Archivi del mese: marzo 2009

BARBAPRESS/ Ombre storiche sulla Chiesa Romana

La lista delle Eresie e delle invenzioni umane adottate e perpetrate dalla Chiesa Cattolica Romana nel corso di 1600 anni compilata dal Reverendo Stefano Testa: http://faldoni.splinder.com/post/20209711

Reincarnazione: La condanna della chiesa

Fu nel II Concilio di Costantinopoli indetto dall’imperatore Giustiniano (553 anni dopo la morte di Cristo) che venne cancellata la dottrina della reincarnazione e vennero condannati gli scritti reincarnazionisti di Origene, uno dei primi padri della Chiesa, (benché spesso inclusi tra le preghiere del breviario). Numerosi sono ormai i ricercatori che hanno appurato come Giustiniano avesse imposto questa decisione conciliare senza il consenso del Papa d’allora, Virgilio, il quale, pur essendo presente in Costantinopoli, non partecipò alla seduta. Approfondendo le ricerche, si è pure giunti alla conclusione che a indurre l’imperatore a questo passo sia stata anche la pressione esercitata dall’imperatrice Teodora, sua moglie, da lui considerata la sua migliore consigliera.

Teodora, ex-ballerina dal passato tumultuoso, aveva fatto uccidere cinquecento sudditi che conoscevano i suoi trascorsi. Poi, terrorizzata dalla dottrina della reincarnazione, che stabiliva sofferenze nelle vite successive per colpevoli di assassinio, avrebbe indotto Giustiniano a eliminare la dottrina delle vite successive, come per annullare questa terribile minaccia. Altri studiosi ritengono che la bolla giustiniana sia stata favorita anche dal fatto che già nel 537 la Chiesa era lacerata da numerose controversie ed eresie. Altri ancora, più maliziosamente, avanzano l’ipotesi che la Chiesa si fosse resa conto che, per imporre il Cristianesimo alle masse, era preferibile sostenere la teoria di un’unica vita e di un unico giudizio di premio, o castigo subito dopo la morte.

La promessa d’un Paradiso immediato, o la minaccia d’una eterna condanna all’Inferno, producevano un effetto potente sulle loro menti, inducendoli a mettersi sotto le ali protettive della Chiesa, per ottenere aiuti e scongiurare castighi ultraterreni. Mentre il concetto che, anche comportandosi male in questa esistenza, fosse possibile rimediare in una successiva poteva servire da alibi per i più deboli e neghittosi. In questo senso si può ammettere anche l’utilità di questo ostracismo a una dottrina in anticipo sui tempi, ma va ricordato che, per la sola colpa di sostenerla, molti Cristiani dissidenti vennero perseguiti e sterminati dall’Inquisizione.

La Chiesa Romana dice che non cambia mai, eppure non ha fatto altro che inventare nuove dottrine contrarie alla Bibbia, e praticare riti e cerimonie prese dal paganesimo. La vera religione di Cristo, invece, non si trova nel Romanesimo, ma nel Vangelo. Quando i bianchi vennero in Africa, noi avevamo la terra e loro la Bibbia. Loro ci insegnarono a pregare con gli occhi chiusi; quando li aprimmo i bianchi avevano la terra e noi la Bibbia.

www.nonapritequelportale.com

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Religione

BARBAPRESS/ “Irriverente Wj”: qual è il giusto sottofondo musicale per “certe serate”?

Spesso è un argomento che viene sottovalutato, ma in verità è un aspetto che riveste un’importanza fondamentale all’interno del rapporto di coppia, specie nelle prime occasioni di incontro e di scoperta. La domanda è “quale sottofondo musicale utilizzare in certi casi?”. Come sempre, dipende da situazione a situazione. Tralasciando i casi limite (per esempio persone che preferiscono il silenzio più assoluto o persone che non possono fare a meno dell’heavy metal più assordante) ci rifacciamo alla situazione più frequente e cioè a come si può passare una serata piacevole in compagnia del nostro partner creando la giusta atmosfera con l’ausilio di un sottofondo musicale.

Bisogna premettere che la musica aiuta non solo a creare atmosfera, ma anche a sottolineare i momenti più importanti della serata, a rompere il ghiaccio e a smaltire la tensione iniziale, specie se si è al primo appuntamento.  Ecco alcune delle situazioni più generiche:

Situazione A. Serata romantica: durante la classica cena a lume di candela è bene rifarsi a cantautori quali De Gregori, Baglioni o Michele Zarrillo e Biagio Antonacci, anche se, come valida alternativa proponiamo autori stranieri come Tracy Chapman, gli U2, Jeff Buckley e Natalie Cole. Di questi ultimi suggeriamo “Dancing in the Moonlight” e “Unforgettable” che sicuramente renderanno indimenticabili i momenti trascorsi davanti ad un bicchiere di vino e favoriranno sguardi intensi ed incantati.

Situazione B. Primo approccio: per non risultare troppo diretti e soprattutto per non imporre i propri gusti al partner è bene ascoltare un po’ di tutto, cercando di mantenere una certa coerenza nei brani (niente escursioni rap-musica classica, ad esempio) ; si propone quindi una compilation di canzoni evergreen quali “Lemontree” dei Fools Garden, “Free love” dei Depeche Mode, “Angel” dei Massive Attack o “Because the Night” di Natalie Merchant

Situazione C. Serata divertente: per conquistare il proprio partner con una musica allegra e una sana risata. A questo proposito gli autori più indicati sono Elio e le Storie Tese (indimenticabile la loro interpretazione live di “Servi della Gleba“), gli Skiantos (i divertentissimi nonni del filone demenziale) o i più recenti New Hyronja (diventati famosi in seguito al loro singolo “Pacciani è un bravuomo“).

In ogni caso, per evitare che una canzone possa in qualche modo ricordare eventi passati o ex che possano guastare l’atmosfera romantica da voi tanto ricercata, consigliamo le compassate e ritmiche improvvisazioni dei Thelonius Monk, maestri del jazz americano; con le loro melodie strumentali le brutte figure saranno tenute alla larga e la serata assumerà di sicuro una piega senza dubbio piacevole.

Questo argomento sarà trattato nella puntata del lunedì di “Irriverente Wj”, in onda su Fusoradio.net, ogni lunedì dalle 12.00 alle 13.00.

IRRIVERENTE WJ

1 Commento

Archiviato in Sesso e Amore

BARBAPRESS/ Gli assurdi studi dell’ “Irriverente Wj”: gli italiani non sanno più gustarsi la vita

Per il 75 per cento di medici, psicologi e sociologi gli italiani sono ormai incapaci di gustarsi veramente la vita e sono caduti nel tunnel del ‘mal di crisi’. E’ quanto emerge da uno studio promosso da ‘Aranciate Sanpellegrino’, condotta attraverso 180 interviste ad esperti, per capire come dare un po’ piu’ di gusto alla vita in un momento di grande crisi economica come quello attuale. Solo il 4% degli intervistati pensa che la maggior parte degli italiani sia ancora capace di godersi la vita (a cui si aggiunge l’11% che pur non generalizzando, dice che nella maggior parte delle occasioni sanno gustarsela), la grande maggioranza dissente.

Il 51% dice che e’ molto raro che lo facciano, mentre il 24% e’ ancora piu’ categorico, dicendo che la maggior parte proprio “non e’ piu’ capace di farlo”. Secondo gli esperti i motivi sono i seguenti: gli italiani “danno tutto per scontato, hanno perso la capacita’ di vivere le cose positivamente, di godere delle cose semplici e naturali e di ‘coltivare’ un po’ di spensieratezza e sono troppo impegnati a subire la solita routine.

Il segreto per vivere la vita con piu’ gusto? Per medici, psicologi e sociologi e’ la ‘Gustosofia’, un vero e proprio stile di vita per riscoprire naturalita’, frizzantezza anche dove non sembrano esserci. Spontaneita’, semplicita’ e creativita’ le chiavi per vincere e non farsi influenzare troppo dalla crisi economica.

Fonte: clandestinoweb.com

Questo argomento sarà trattato nella puntata del lunedì di “Irriverente Wj”, in onda su Fusoradio.net, ogni lunedì dalle 12.00 alle 13.00.

IRRIVERENTE WJ

1 Commento

Archiviato in Attualità

BARBAPRESS/ Basket, Allan Ray e il più classico dei ritorni dell’ex

Lottomatica Roma – Carife Ferrara 88-93

da “Basket Ground”

Al Palazzetto di Viale Tiziano è il grande ritorno di Allan Ray, l’ex dell’amore mai sbocciato, che aveva effettuato la sua ultima gara in maglia virtussina proprio a Ferrara nella gara d’andata (era anche l’ultima gara di Repesa). Una notte amara invece per una Lottomatica senza Becirovic e De La Fuente con Gabini da numero 3 nel quintetto iniziale. Il primo quarto è decisamente a favore dei padroni di casa: al 10’ si è sul 25-17 con la spettacolare schiacciata a rimorchio di Datome e un Brandon Jennings che cambia l’inerzia della gara romana dopo il suo ingresso in campo. Nel secondo quarto, prima fuga targata Lottomatica sul 31-19 con il canestro dalla media distanza di Brezec ma la Carife di coach Valli non ne vuole sapere di uscire presto dalla gara: la dimostrazione arriva al 19’ con la tripla di Allegretti del 41-36. Il primo tempo si chiude con i tre tiri liberi di Douglas e la tripla di Collins che già all’andata era stato decisivo per la vittoria di Ferrara. Si va al riposo lungo sul  44-39 con Allan Ray con soli 2 punti (su tiro libero) nel tabellino della gara. 

La partita continua punto a puntocon 2 italiani alla ribalta: Datome con tiri in sospensione da 2 e dalla lunga distanza (intravisto anche un “Bodiroga move” in isolamento) e con Allegretti che al 30’ segna già 15 punti sul suo personale score. Il terzo quarto finisce 64-63 con il canestro coast to coast di Allan Ray sulla sirena. Con quest’ultima azione personale, l’ex Boston Celtics entra decisamente in gara firmando il sorpasso al 32’ con 2 giocate consecutive che valgono 6 punti. E’ il momento degli ex in questa fase perché anche Fabio Zanelli mette a segno 5 punti consecutivi per il 67-74 Carife. Ferrara a questo punto non gira più la testa con lo striscione del traguardo ormai visibile: altri super canestri di Ray e Collins e qualche ingenuità romana (come la palla persa da Jennings a 35” dalla fine) consegnano una vittoria importantissima per i ragazzi di coach Valli che sperano sempre di più nella salvezza. La Virtus protesta per un antisportivo di Datome a 25” sul -2 rendendo ancor più amara la notte per i capitolini. La gara, dopo i consueti viaggi in lunetta, si conclude sull’88-93.  

Lottomatica Roma: Hutson 17+6r, Douglas 20+2per+3a, Datome 14+5per, Jaaber 19+4rec, Jennings 0+4ass, Gigli 2, Brezec 8, Becirovic ne, Tonolli ne, Giachetti, Gabini 8, De La Fuente ne. All. Gentile.

T2p 22/34, T3p 10/27, R 26 (13 off), A 14, Per 19, Rec 15, Stop 2

 Carife Ferrara: Ebi 14, Ray 18+4r+3rec+6per+2a, Zanelli 8+3rec, Collins 16+4a, Nnamaka 3+4r, Farabello 3+3rec, Allegretti 15, Rizzo, Jamison 14+4r, Mazzola ne, Sacchetti 2. All. Valli.

T2p 22/36, T3p 9/15, R 24 (6 off), A 12, Per 20, Rec 16, Stop 0

Piero Barbaro per “Basket Ground” del 29/03/09 

BASKET GROUND

Lascia un commento

Archiviato in Basket

BARBAPRESS/ E’ partita la F1, quale sarà il destino delle 2 Brawn Gp?

E’ iniziata la stagione 2009/2010 già con molti colpi di scena. 

foto Ap/LaPresse

F1/Gp Australia:Trulli penalizzato, Hamilton sale al terzo posto

Sorpasso con safety car, pilota Toyota perde 25″ ed è 12.mo

Melbourne (Australia), 29 mar. (Ap-Apcom) – I commissari di gara del Gran Premio d’Australia hanno penalizzato Jarno Trulli promuovendo il britannico Lewis Hamilton al terzo posto della classifica finale della prima prova stagionale del Mondiale di Formula 1. Il pescarese, pilota della Toyota, è stato sanzionato con una penalizzazione di 25 secondi per un sorpasso in regime di safety car. Trulli scende quindi dal terzo al 12.mo posto. Hamilton, quarto in gara, con il terzo posto ottiene sei punti nella classifica del Mondiale anziché cinque.

Le nuove classifiche dopo il 1° gp.

Piloti:

1. Jenson Button (Gbr) Brawn, 10 punti. 2. Rubens Barrichello (Bra) Brawn, 8. 3. Lewis Hamilton (Gbr) McLaren, 6. 4. Timo Glock (Ger) Toyota, 5. 5. Fernando Alonso (Spa) Renault, 4. 6. Nico Rosberg (Ger) Williams, 3. 7. Sebastien Buemi (Svi) Toro Rosso, 2. 8. Sebastien Bourdais (Fra) Toro Rosso, 1.

Costruttori:

1. Brawn, 18 punti. 2. Toyota, 10. 3. McLaren, 6. 4. Renault, 4. 5. Williams, 3. 6. Torro Rosso, 3.

F1, guida alle nuove regole del 2009

Il campionato 2009 di Formula Uno sarà sicuramente uno dei più attesi negli ultimi dieci anni. E’ il campionato dei grandi cambiamenti, quello che vedrà effettuato un passo indietro invece di un passo in avanti, proprio perché la FIA ha imposto nuove regole per arrivare a determinati obiettivi, che non riguardano lo sviluppo tecnologico, ma ben altri settori. Scopriamo insieme in modo più dettagliato le novità di questo attesissimo 2009.

Ritornato le Gomme slick: dopo dieci anni di pneumatici scanalati ritornano le gomme completamente lisce. Questa introduzione è dovuta al fatto che si vuole dare una maggiore aderenza meccanica che aerodinamica. Con questo tipo di gomme saranno facilitati i sorpassi in curva.

KERS: questa è la più grande novità in Formula Uno. Il KERS è il sistema di recupero di energia cinetica, col quale verrà immagazzinata tutta l’energia che si disperde dalle frenate in curva. Questa energia verrà immagazzinata e all’occorrenza attraverso un bottone che il pilota può azionare, si genererà un aumento di potenza del motore di circa 80 cavalli. Questa potenza dura circa sette secondi, ma se sfruttata in buone circostanze può permettere ai piloti di effettuare grandi sorpassi e di aumentare le loro prestazioni. I lati negativi sono che questo sistema pesa molto e quindi incide sul peso complessivo della vettura.

Affidabilità motori: nel 2009 i motori non dovranno essere utilizzati solo per due gare, ma per tre. Dunque si avranno motori più affidabili e di conseguenza si vedranno più ritiri dovuti all’efficienza o meno dei tali. Con questa novità si è anche cercato di ridurre i costi per i vari team.

Aerodinamica: insieme alle gomme slick, questo è il cambiamento fisico più consistente. Si vedranno macchine completamente diverse, più semplici, in modo che le vetture possano subire meno le turbolenze durante i vari sorpassi. L’alettone anteriore diventa più largo, quello posteriore più stretto ed alto. Il diffusore è stato arretrato in modo da cambiare la sua deportanza. I telai saranno privi di flap e di tutte le particolarità aerodinamiche.

Test: proprio per ridurre i costi, il limite dei test, che servono per lo sviluppo delle monoposto, è sceso da 30000 km a 20000 km.

1 Commento

Archiviato in Motori

Tosi (San Marino Calcio) al Barbapress: “La mia grande esperienza per l’impresa della salvezza”

di Piero Barbaro per “Professione Calcio”PROFESSIONE CALCIO

Serravalle – Quando si cambiano tre allenatori nella stessa stagione è chiaro che i programmi di inizio campionato non sono stati rispettati al cento per cento. Nonostante questo, l’intento del San Marino Calcio è sicuramente quello di mantenere la categoria per poter poi ricostruire nel prossimo anno. Protagonista di questa impresa dovrà essere il nuovo mister, Marco Tosi, che dovrà mettere a disposizione della squadra tutte le sue prestigiose recenti esperienze: prima la Primavera del Livorno con 3 partecipazioni alla “Coppa Carnevale”, poi l’avventura come secondo allenatore di Mazzarri e Donadoni sulla panchina amaranto. In più anche la grande salvezza ottenuta nella stagione 2007-2008 con il Potenza in C1, anche lì come mister subentrato in corso. Nasce sotto tutti i migliori auspici l’avventura del neo-allenatore: “Quando si cambiano 3 guide tecniche vuol dire che qualcosa non è andato durante l’anno. Adesso bisogna solo pensare ad un futuro positivo anche se la situazione al momento non è delle migliori. Oltre agli infortunati di lunga data, ci sono anche giocatori squalificati e all’ultimo momento, come “ciliegina della torta”, a causa di un infortunio accidentale, ci è venuto a mancare anche Luca Grassi.

Mister Tosi quindi dovrà mettere parecchio ordine in squadra: “Ho trovato naturalmente dei problemi sia a livello tattico-tecnico che a livello psicologico ma anche un gruppo che si è messo subito a disposizione con tanta voglia e soprattutto tanta professionalità. I presupposti per la salvezza ci sono.” Come detto in precedenza le tante esperienze vissute in passato dovranno aiutare il nuovo allenatore del San Marino Calcio: “Spero che quello che ho vissuto in precedenza mi torni utile adesso anche perché reputo quest’esperienza molto importante dopo esser rimasto ai primi di settembre praticamente disoccupato a causa dei noti problemi della Massese, squadra in cui avevo iniziato un nuovo percorso.

A favore di mister Tosi anche uno splendido ambiente: “Proprio una bella società quella del San Marino Calcio, in più ultimamente sono subentrati altri personaggi importanti che non potranno che fare il meglio per questa squadra. Ancora non ho incontrato i tifosi e spero di esser loro simpatico: un feeling che dovrà passare però necessariamente da grandi risultati sul campo. Un allenatore senza risultati positivi non è mai ben apprezzato nel mondo del calcio attuale.

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata

Bentornati sul Barbapress!

Barbapress Header

Dopo i 17.846 saluti che ho fatto sul vecchio Splinder.com eccoci su questo nuovo canale per continuare il cammino del Barbapress con le sue “piccole e grandi notizie sul web”.

Da domani inizieranno nuovamente ad essere pubblicati gli articoli sulla scorta del vecchio format del Barbapress. Ricordo a tutti coloro che volessero che è possibile pubblicare i propri contributi sul Barbapress mandando tutto il materiale a barbapress@gmail.com

Buona lettura!

Lascia un commento

Archiviato in Carta Stampata