BARBAPRESS/ Calcio: dalla Uefa all’Europa League… cosa cambia?

Un viaggio all’interno della nuova competizione.

Quella in programma oggi tra Werder Brema e Shaktar Donetsk sarà l’ultima finale di Coppa Uefa. Dopo 38 edizioni, infatti, così come avvenuto per la “Coppa dei Campioni” anche la Coppa Uefa cambierà denominazione e formula. Dal prossimo anno, infatti, spazio all’Europa League, fortemente voluta dal presidente dell’Uefa Michel Platini.

La formula: preliminari, gironi e scontri diretti. La novità principale sarà costituita da una lunga serie di preliminari che condurrà poi ad una fase a gironi (il tabellone principale), le cui qualificate si ritroveranno a sfidarsi in gare ad eliminazione diretta dai sedicesimi di finale fino alla finalissima. Si comincerà col primo turno preliminare al quale prenderanno parte 50 club. I 25 qualificati, insieme a 24 detentori di Coppe Nazionali (dalla 28.a nazione del Rank alla 52.a) e ai club giunti secondi, terzi, quarti e quinti nei campionati “minori”. Le 40 squadre che supereranno il secondo turno saranno unite ad altre 30 squadre rappresentanti anche i campionati maggiori (in questo turno entreranno in gioco la sesta squadra della Serie A e della Liga, la quinta classificata in Bundesliga e Ligue 1 e la settima della Premier League).

Dentro le vincitrici di Coppa. A passare il turno saranno 20 squadre che, a fine agosto, daranno vita all’ultimo turno preliminare insieme ai club vincitori delle varie Coppe Nazionali principali (tra le quali quella italiana) e a tante altre big, vale a dire la quarta classificata del campionato francese e tedesco, la quinta classificata nella Liga, quinta e sesta classificata della Premier. I 37 club che supereranno quest’ultimo turno preliminare insieme con i 10 club giunti eliminati nell’ultimo turno preliminare di Champions League ed alla detentrice del trofeo daranno vita ad una fase a gironi composta da 12 gruppi di 4 squadre che si sfideranno, così come in Champions League, in sfide di andata e ritorno. Le prime 2 squadre classificate in ogni girone e gli 8 club giunti terzi nella fase a gironi di Champions League costituiranno il nucleo dei 32 che, da lì in avanti, si sfideranno in gare di sola andata fino alla finalissima.

Chi dei nostri? E quando? I nostri club entreranno in gioco nei seguenti turni: al terzo preliminare (andata in programma il 30 luglio e ritorno il 6 agosto) vedremo l’esordio della squadra che chiuderà al sesto posto il campionato in corso, vale a dire Roma, Palermo o Udinese. Nel turno successivo entrerà in gioco la Lazio, in quanto vincitrice della Coppa Italia e la quinta classificata del campionato attuale (verosimilmente il Genoa).

In finale ad Amburgo! La prima edizione dell’Europa League vedrà il suo epilogo nella finale di Amburgo, dove l’Italia ebbe la meglio della Repubblica Ceca e dell’Ucraina nel corso del mondiale vinto. Già designate anche le sedi delle finali delle prossime due edizioni che saranno Dublino e Bucarest.

logo-goalcomRenato Maisani per Goal.com del 20/05/09

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Calcio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...