BARBAPRESS/ Play off, gara 3: Lottomatica Roma – Angelico Biella 99-79

logo_virtus_grande_home

Sapevamo che giocare a Biella non sarebbe stato. E´ un campo difficile, con un tifo che ti confonde, una squadra di talenti, in più ci si mette anche la stanchezza del viaggio. Ma non facciamo drammi.” Con queste parole Nando Gentile aveva commentato la sconfitta piemontese della sua Lottomatica che riazzerava tutti conti portando la serie sull’1-1 e portando nuovamente la Virtus Roma a giocare sul campo di Biella nella serata di domenica. Ma intanto c’era una gara 3 da giocare a Roma e, dopo un avvio stentato, la squadra capitolina riesce ad avere la meglio di una modesta Angelico che appare tutt’altra squadra lontana dal proprio Biella Forum.

Primo quarto piuttosto difficile per i ragazzi di coach Gentile che vedono un’Angelico determinata ad inizio gara con Jerebko, Joe Smith e soprattutto Gaines più che ispirati (6-14 il massimo vantaggio biellese). Sul fronte capitolino è quando sono in campo Sani Becirovic e Brezec che la Lottomatica riesce ad esprimersi meglio: sono proprio i due sloveni con l’ultimo arrivato Golemac a dare il la per il sorpasso Lottomatica conditi dalle conclusioni incredibili di Datome dalla lunga distanza. E’ proprio il canestro della giovane promessa del basket italiano a dare il 25-20 che chiude i primi 10’. Sfruttando il parziale positivo anche i 3500 del Palalottomatica entrano in gara per una Virtus che con il doppio playmaker rende di più e riesce ad eseguire meglio i propri giochi: mentre Becirovic riposa, sono Jaaber e Giachetti a chiamare i giochi che portano la squadra dell’ingegner Toti a doppiare l’Angelico sul 45-22 (sarà +19 al 20’).

Nella seconda parte di gara la partita scorre senza particolari patemi per i capitolini mentre sulla sponda biellese è preoccupante (per il basket italiano) l’indifferenza di coach Bechi nei confronti di Pietro Aradori, autentico trascinatore in gara 2 per l’Angelico. Il giocatore bresciano, classe ’88, rimane a lungo in panchina con la consueta schiera di americani lasciati in campo che non portano nessun beneficio a Biella. Clamorosa la figura di Reece Gaines nel terzo quarto che alla fine di un time out si scorda di rientrare in campo fino a quando solo gli arbitri ricordano a coach Bechi che non si gioca in 4. La partita si conclude sul 99-79 con Datome che sbaglia il suo primo tiro al 34’ e chiude la gara con la standing ovation del pubblico romano per i suoi 17 punti totali e 24 di valutazione. Si torna a Biella per gara 4.

Lottomatica Roma: Hutson 17, Douglas 9+3rec, Datome 17, Jaaber 7+3rec, Gigli 3+11r+5per, Brezec 6+2stop, Becirovic 10+7a, Giachetti 8, De La Fuente 13, D’Alessio, Staffieri ne, Golemac 9+3rec. All. Gentile.

T2p 26/44, T3p 10/20, R 34 (14 off), A 30, Per 16, Rec 17, Stop 5

basketground-logoAngelico Biella: Jurak 6, Raspino 2, Spinelli 3, Ceccarelli ne, Jerebko 16+5 rec, Garri 4, Gist 15+6r+1stop, Smith 10, Aradori 4, Brunner 12+6r, Gaines 12+5 per+4a, Margheri ne. All. Bechi.

T2p 21/39, T3p 8/19, R 24 (11 off), A 9, Per 18, Rec 14, Stop 1

di Piero Barbaro per “Basket Ground” del 22/05/09

Lascia un commento

Archiviato in Basket

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...