Archivi del mese: giugno 2009

LIBRERIA BARBAPRESS/ 1974: la storia del Leeds United odiato da tutti

Gradinate precarie, spogliatoi male illuminati e maleodoranti, magliette di flanella senza sponsor sporche di fango e sangue, calciatori con capelli lunghi e basettoni, sigarette, pinte di birra e bicchieri di whisky, presidenti che staccano assegni con troppa facilità, la partita della domenica trasmessa in tv, la coppa delle Fiere, la coppa dei Campioni. Inghilterra a cavallo tra gli anni ’60 e ’70. Questo è il calcio che ormai tutti rimpiangono. Il “maledetto United”, ovvero il Leeds United campione di Inghilterra nel 1974, la squadra odiata da tutti, famosa per la scorrettezza e l’antisportività di giocatori e dirigenti.

David Peace racconta la storia di Brian Clough, un eccentrico allenatore chiamato a guidare i campioni del Leeds. La sua sarà una vera e propria missione: vincere senza imbrogli. Una missione durata 44 giorni. L’autore utilizzando due piani narrativi, uno al presente che racconta i 44 giorni a Leeds e uno al passato che ripercorre la carriera di Clough prima da giocatore e poi da allenatore, delinea un uomo orgoglioso, tenace, burbero, aggressivo ma anche perseguitato dai fantasmi del passato e spesso alle prese con notti insonni tra alcol e sigarette.

Il Brian Clough che esce fuori dalla penna di Peace trasuda umanità e un grandissimo senso di moralità. Nonostante l’excursus sul difficile mondo del calcio, Peace non sbaglia il colpo. Lo stile tagliente e il ritmo serrato sono quelli della tetralogia Red Riding Quartet, che gli è valsa l’epiteto di maestro del noir al pari di James Ellroy, di GB84 amara e drammatica descrizione dello sciopero dei minatori inglesi e di Tokyo anno zero, ambientato tra le macerie del dopoguerra in Giappone. Anche in questo caso, partendo da una vicenda personale, Peace descrive una società e un’epoca ben definite in cui i protagonisti sono in bilico tra la paura del fallimento e la fame di successo. In uscita nelle sale italiane il film tratto da questo romanzo.

Peace David, Il maledetto United, Il Saggiatore, pp. 409, euro 17,50,

di Marco Petroni per il Barbapress

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Cultura, Libri

L’addio del Barbapress al “cattivo” e “pericoloso” Michael Jackson

WASHINGTON, 25 giu. – La notizia della morte di Michael Jackson era giunta per prima dal sito web Tmz, specializzato nelle informazioni sulle celebrita’. Dopo un lungo intervallo, mentre i media cercavano conferma alla notizia, e’ stato il Los Angeles Times a dare la conferma. Una ambulanza era stata chiamata alla abitazione del cantante poco dopo le 12.00 (ora di Los Angeles). Jackson era stato trovato in gravissime condizioni, senza battito cardiaco.

Michael Jackson prima di arrivare all'ospedale

Il personale paramedico aveva tentato di rianimare il cantante durante il tragitto verso l’ospedale Ucla di Los Angeles. Nel frattempo i familiari e i media cominciavano ad affluire verso l’ospedale in attesa di ricevere notizie sulle condizioni del cantante che tra alcune settimane avrebbe dovuto cominciare una tournee mondiale che avrebbe dovuto segnare il suo ritorno al mondo dello spettacolo.

Al Barbapress piace ricordare il mito del pop americano così:

4 commenti

Archiviato in Musica, Spettacolo

BARBAPRESS/ Basket: primo colpo del Real Madrid, ecco Novica Velickovic

Mentre aspetta l’evolversi della situazione legata a Ramunas Siskauskas (sotto contratto al CSKA fino al 2011 ma sul mercato), Ettore Messina registra il primo colpo grosso: è la firma del biennale, con opzione su un terzo anno, con Novica Velickovic (205 cm, 22 anni), ala proveniente dal Partizan Belgrado e nominato miglior giovane dell’ultima Eurolega (11.5 punti e 5.1 rimbalzi in 26 minuti in Europa).

Questo è dunque il primo rinforzo del Real Madrid dell’era Messina, mentre si guarda con interesse al senese Romain Sato e si fanno le opportune valutazioni sui giocatori già presenti (dovrebbe avere spazio nella rotazione anche il giovane Nikola Mirotic, dominante a livello Sub-20).

basketground-logoda “Basket Ground

Lascia un commento

Archiviato in Basket

BARBAPRESS/ Il blog di Lupacchiotto Irriverente – Ciao Guberti, mi ricordi Bombardini

Sette gol al Palermo prima di arrivare alla Roma, nove per Guberti neo giallorosso

logo-goalcomBenvenuto Stefano Guberti. Che dire dei tuoi 5 mesi al Bari con 9 gol in 18 partite? Sicuramente rappresenti la migliore sorpresa italiana del campionato cadetto, ti sei messo in luce in così poco tempo risultando decisivo per la promozione barese in Serie A, complimenti!

La tua storia ha subito ricordato a qualche tifoso romanista quella di Davide Bombardini che nella stagione 2002 raggiunse l’apice della sua carriera professionale (fino a quel momento) con la doppia promozione del Palermo che arrivò in B dopo tanti anni di inferno nella vecchia Serie C. Anche in quell’occasione la Roma si avventò sul miglior giocatore italiano della serie cadetta ricevendo gli applausi di tutti i migliori operatori di mercato.

Caro Stefano Guberti, non c’è bisogno forse di andare avanti perché il Lupacchiotto Irriverente, come molti altri tifosi giallorossi, non vorrebbe rivivere ulteriori analogie con la storia di Bombardini. L’ esperienza giallorossa del centrocampista di Faenza infatti terminò con 8 scadenti presenze e 0 gol. Forza Guberti!

Lupacchiotto Irriverente per Goal.com

Lascia un commento

Archiviato in Calcio

BARBAPRESS/ Alle 12.00 l’ultima puntata di “Irriverente Wj” su Fusoradio

Irriverente Wj locandina elettronica

Alle 12.00 in diretta su Fusoradio andrà in onda la 16esima e ultima puntata di “Irriverente Wj“.

Gli argomenti di oggi:

Tutti invitati a partecipare aggiungendo su Skype “irriverentewj” alla vostra lista di amici. Altro modo per comunicare con l’Irriverente sarà anche quello della bacheca dei messaggi sulla home page di Fusoradio.

Sarà possibile ascoltare la trasmissione in diretta anche sulla pagina myspace della Radio e sul player della pagina facebook di Fusoradio (qui basta aggiungere “Pippo Fusoradio” tra i vostri contatti)

Altro modo per ascoltare la trasmissione sarà quello di ascoltare/scaricare il podcast della trasmissione nell’apposita sezione del sito della Radio cercando nella lista wj “Pete” o nel blog di Fusoradio nel post che parlerà di questa 15esima trasmissione.

Buon Ascolto!

Fusoradio logo

Lascia un commento

Archiviato in Attualità, Sesso e Amore, Spettacolo, Studi e Sondaggi

BARBAPRESS/ Tv: “Citizen Berlusconi” per la prima volta in Italia su Current tv

Citizen Berlusconi“, la pellicola del 2003 che documenta i controversi rapporti dell’attuale presidente del Consiglio con i media e l’informazione, sarà finalmente trasmesso in Italia il 22 giugno alle ore 21.20 su Current Tv.

Dopo anni di ostracismo più o meno mascherato, il film di Andrea Cairola e Suna Grey raggiunge in qualche modo i canali del Belpaese, in un momento in cui gli intrecci e i dissidi tra Berlusconi e la stampa (nazionale e non solo) si fanno sempre più fitti.

Si tratta di inchiesta giornalistica prodotta dalla casa di produzione italiana Stefilm, programmato da diverse emittenti americane ed europee; finora non è ancora andato in onda su un’emittente televisiva italiana, è stato tuttavia programmato dall’emittente Current TV prima per il 15 giugno 2009 e successivamente posticipato al 22 del medesimo mese.

Si tratta di un’analisi approfondita e documentata dell’ascesa di Silvio Berlusconi dalla televisione al vertice del governo italiano. Contro questo documentario si sono mossi all’estero anche ambienti diplomatici di Roma tentando di evitarne la diffusione giacché vi ravvisavano contenuti “altamente compromettenti e non accettabili in uno stato democratico per chi ricopre cariche pubbliche“; tuttavia è andato in onda in molti paesi e ne è possibile la reperibilità anche in versione italiana liberamente tramite alcuni siti internet.

Questo documento è stato trasmesso per la prima volta il 21 agosto 2003 nel corso del programma Wide Angle di Thirteen/Wnet New York, la maggior emittente della TV pubblica americana PBS.

Trama

Dalla sua scesa nel campo della politica nel 1993, Silvio Berlusconi è riuscito a catalizzare una maggioranza degli esercenti diritto di voto appartenenti allo stato italiano, senza riuscire però a fare altrettanto con i governi, la stampa e l’opinione pubblica straniera, agli occhi delle quali continua a figurare come un’anomalia. Citizen Berlusconi è un documentario che propone una visione del governo Berlusconi 2001 analizzandone, con la collaborazione di noti giornalisti e noti personaggi della politica mondiale, i provvedimenti più discussi.

Lascia un commento

Archiviato in Attualità, Politica, Spettacolo

BARBAPRESS/ Gli studi dell’Irriverente Wj: il segreto del sonno perfetto? Meglio se sposati

Questa volta uno studio vero:

Uno studio americano analizza il riposo e spiega che la vita di coppia gioca un ruolo chiave. Le donne che vivono un matrimonio solido dormono meglio di tutte le altre.

Otto ore filate, ristoratrici, senza brutti pensieri o interruzioni. Un contatto prolungato e fruttuoso con cuscino e lenzuola, da cui svegliarsi riposati e di buon umore. Il segreto del sonno perfetto, forse, è più semplice di quanto non si creda. Basta essere sposati. O meglio, sposate o in una relazione stabile. Almeno in base a quanto sostiene una nuova ricerca, tutta al femminile, presentata negli Stati Uniti a Sleep 2009, il convegno annuale della Associated professional Sleep Societies.

Perché le signore che vivono un matrimonio solido godono di un sonno di qualità più alta rispetto alle altre che ancora sono in cerca di una relazione stabile, al netto di altri fattori di rischio per potenziali disturbi del riposo, come etnicità, età, status socioeconomico o sintomi depressivi. Parola della dottoressa Wendy Troxel, professore associato della University of Pittsburgh School of Medicine. Risultati simili, a livello soggettivo, sono stati trovati nelle donne che durante gli otto anni coperti dallo studio hanno trovato un compagno, anche se la qualità del loro sonno era leggermente diversa dalle donne sposate: un po’ più inquieta. Qualcosa che i ricercatori attribuiscono a un effetto da “neo-spose” o forse, più semplicemente, al fatto che le signore potrebbero essere meno abituate a dormire con il compagno, rispetto alle donne sposate, che hanno trovato un equilibrio più rodato.

Lo studio negli Stati Uniti ha analizzato 360 donne, età media 51 anni, afroamericane, cinesi, caucasiche. Lo stato del loro matrimonio – felice o accidentato – veniva valutato durante ogni visita annuale, e messo in relazione a come dormivano, studiando il loro sonno per tre giorni successivi alla settimana, nelle loro case, oltre a controllare, lungo l’arco di un mese, la loro attività comportamentale in relazione ai cicli sonno-veglia. I dati sono stati messi successivamente in relazione alla storia delle singole donne: stabilmente sposate, nubili, all’inizio o alla fine di una relazione. E il responso è parso chiaro: c’entreranno anche bioritmi, stress o disturbi di vario tipo ma “la stabilità di una relazione, e la sua qualità, possono essere fattori importanti a protezione del sonno delle donne“, conclude la dottoressa Troxel.

fonte: Repubblica.it

Questo argomento sarà trattato nella puntata del lunedì di “Irriverente Wj”, in onda su Fusoradio.net, ogni lunedì dalle 12.00 alle 13.00. Per interventi in diretta con Skype basta aggiungere nella propria lista amici il contatto “irriverentewj”

IRRIVERENTE WJ

2 commenti

Archiviato in Attualità, Studi e Sondaggi