BARBAPRESS/ 2^ Divisione: dopo le semifinali, è Pescina-Gela la finalissima!

professione-calcio-logodi Piero Barbaro per “Professione Calcio

Roma – Adrenalina e tensione in 90’ per tutti i tifosi di Gela, Andria, Pescina e Catanzaro. Tutti uniti dalla parziale sofferenza della gara d’andata finita a reti bianche che non lascia scampo nella partita di ritorno per l’accesso diretto alla finale dei play off.

Nella prima gara tra Gela e Andria, in Sicilia è arrivata un’Andria che per la quarta volta affrontava nuovamente i gelesi: negli scontri diretti i siciliani avevano ottenuto una vittoria e due pareggi. Solo un successo per i ragazzi di mister Loconte poteva equilibrare il bilancio degli scontri tra le due compagini. Dopo la gara al “Degli Ulivi” la squadra ospite era molto fiduciosa anche se doveva fare i conti con la carestia in zona gol che continuava ormai da settimane un po’ per fortuna, un po’ per la bravura del portiere avversario e un po’ per la mancanza della giusta lucidità sotto porta. Il Gela, dal canto suo, si ritrovava a giocarsi in casa una gara importantissima con la sicurezza di aver già raggiunto un obiettivo minimo, quello di non dover perdere: un qualsiasi risultato di pareggio nei tempi regolamentari avrebbe qualificato i siciliani.

E’ così è stato con l’1-1 finale che porta in finale il Gela di capitan Mariano Fernandez: “E’ andata come volevamo noi, abbiamo avuto il dominio della manovra del gioco. Dopo il rigore che ci ha portato in svantaggio (al 31’ rigore vincente di Cavaliere per l’Andria, ndr) abbiamo reagito con grinta e orgoglio pareggiando quasi subito”. Il gol dell’1-1 nasce proprio dai piedi del capitano, cross dal fondo dove il più veloce a farsi trovare pronto è il centrocampista Marinucci Palermo che di testa infila sotto le braccia di Spitoni. “Nel secondo tempo siamo andati ancora meglio, abbiamo avuto la partita in mano creando addirittura altre 3 occasioni per vincere la partita. Ci tenevamo tantissimo perché questo è stato un campionato durissimo ma anche spettacolare.

Fair play sulla sponda opposta dell’Andria con il Presidente Riccardo Fusiello che ha accettato sportivamente la sconfitta: “Considerate le due partite, meritavamo indubbiamente di passare il turno. Onore a questi ragazzi che hanno dato il massimo. Spero che al ritorno, siano accolti come meritano, ce l’hanno davvero messa tutta”. L’ultimo pensiero invece di Mariano Fernandez, capitano del Gela, è rivolto ai prossimi avversari e quindi al Pescina Valle del Giovenco che supera il Catanzaro andando a vincere per 2-3 in trasferta: “La squadra abruzzese ha giocatori molto bravi davanti. Mi riferisco soprattutto a Bettini che, ho appena saputo, ha segnato due gol: speriamo abbia fatto tutto oggi in semifinale e che rimanga all’asciutto contro di noi”.

Per la gara di Catanzaro intanto c’era da segnalare il ritorno dei tifosi calabresi vicino alla propria squadra dopo il fallimento del 2006. Dopo una gara d’andata dove negli ultimi quindici minuti gli abruzzesi avevano spinto davvero tanto alla ricerca di un gol, come per la gara tra Gela e Andria, anche qua, i padroni di casa del Catanzaro avevano il vantaggio di poter contare su due risultati in vista del miglior piazzamento ottenuto nella stagione regolare: tutto questo però non è bastato. Al gol iniziale di Iannelli al 18’ ha risposto con il primo squillo il bomber del Pescina, Bettini, che al 25’ ha pareggiato i conti fino a quel gol del terzino sinistro Piva (84’) che ha indirizzato la gara in favore degli abruzzesi. Il sigillo è arrivato poi al 90’ con la doppietta di Bettini che “rassicura” capitan Fernandez in vista della finale: “Fernandez si sbaglia perché ho ancora voglia di far bene come tutti i miei compagni e ho ancora qualche cartuccia da sparare che mi sono tenuto per la finale”.

Poi i commenti sulla vittoria ottenuta in terra calabrese: “Penso che abbiamo dato una grande dimostrazione di forza vincendo qua, in un campo caldissimo come quello di Catanzaro contro una squadra molto forte che siamo riusciti a superare solo grazie ad un’ottima prova di tutta la squadra.” Adesso sarà la volta della finale dove si deciderà chi sarà la squadra più forte. Dopo le ottime prestazioni, anche in questa stagione, è più che lecito chiedersi se Bettini continuerà anche il prossimo anno in maglia biancoverde ma naturalmente l’attenzione è tutta per la finale dei play off: “Ancora non penso a queste cose. Ci mancano ancora due partite fondamentali e noi ci auguriamo che siano due partite grandiose per il Pescina. Poi penseremo al resto e al futuro.” Pescina e Gela, a voi!

Advertisements

1 Commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata

Una risposta a “BARBAPRESS/ 2^ Divisione: dopo le semifinali, è Pescina-Gela la finalissima!

  1. Io aspetto la Serie A con grande ansia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...