BARBAPRESS/ Gli studi dell’Irriverente Wj: il segreto del sonno perfetto? Meglio se sposati

Questa volta uno studio vero:

Uno studio americano analizza il riposo e spiega che la vita di coppia gioca un ruolo chiave. Le donne che vivono un matrimonio solido dormono meglio di tutte le altre.

Otto ore filate, ristoratrici, senza brutti pensieri o interruzioni. Un contatto prolungato e fruttuoso con cuscino e lenzuola, da cui svegliarsi riposati e di buon umore. Il segreto del sonno perfetto, forse, è più semplice di quanto non si creda. Basta essere sposati. O meglio, sposate o in una relazione stabile. Almeno in base a quanto sostiene una nuova ricerca, tutta al femminile, presentata negli Stati Uniti a Sleep 2009, il convegno annuale della Associated professional Sleep Societies.

Perché le signore che vivono un matrimonio solido godono di un sonno di qualità più alta rispetto alle altre che ancora sono in cerca di una relazione stabile, al netto di altri fattori di rischio per potenziali disturbi del riposo, come etnicità, età, status socioeconomico o sintomi depressivi. Parola della dottoressa Wendy Troxel, professore associato della University of Pittsburgh School of Medicine. Risultati simili, a livello soggettivo, sono stati trovati nelle donne che durante gli otto anni coperti dallo studio hanno trovato un compagno, anche se la qualità del loro sonno era leggermente diversa dalle donne sposate: un po’ più inquieta. Qualcosa che i ricercatori attribuiscono a un effetto da “neo-spose” o forse, più semplicemente, al fatto che le signore potrebbero essere meno abituate a dormire con il compagno, rispetto alle donne sposate, che hanno trovato un equilibrio più rodato.

Lo studio negli Stati Uniti ha analizzato 360 donne, età media 51 anni, afroamericane, cinesi, caucasiche. Lo stato del loro matrimonio – felice o accidentato – veniva valutato durante ogni visita annuale, e messo in relazione a come dormivano, studiando il loro sonno per tre giorni successivi alla settimana, nelle loro case, oltre a controllare, lungo l’arco di un mese, la loro attività comportamentale in relazione ai cicli sonno-veglia. I dati sono stati messi successivamente in relazione alla storia delle singole donne: stabilmente sposate, nubili, all’inizio o alla fine di una relazione. E il responso è parso chiaro: c’entreranno anche bioritmi, stress o disturbi di vario tipo ma “la stabilità di una relazione, e la sua qualità, possono essere fattori importanti a protezione del sonno delle donne“, conclude la dottoressa Troxel.

fonte: Repubblica.it

Questo argomento sarà trattato nella puntata del lunedì di “Irriverente Wj”, in onda su Fusoradio.net, ogni lunedì dalle 12.00 alle 13.00. Per interventi in diretta con Skype basta aggiungere nella propria lista amici il contatto “irriverentewj”

IRRIVERENTE WJ

Annunci

2 commenti

Archiviato in Attualità, Studi e Sondaggi

2 risposte a “BARBAPRESS/ Gli studi dell’Irriverente Wj: il segreto del sonno perfetto? Meglio se sposati

  1. Pingback: BARBAPRESS/ Alle 12.00 l’ultima puntata di “Irriverente Wj” su Fusoradio « Il Barbapress

  2. Pingback: IRRIVERENTE WJ LUNEDI’ 22 GIUGNO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...