BARBAPRESS/ Serie D, Andriani: “Col Castellana per tornare tra i professionisti”

logo-serie-D

professione-calcio-logo

di Piero Barbaro per “Professione Calcio”

Castellana Castelgoffredo (MN) – Un poker subìto che non deve far preoccupare i tifosi del Castellana. Ne esce così, con quattro reti al passivo, la squadra lombarda contro la capolista e più forte Pisa: i 19 punti in 7 partite non saranno un caso per i toscani.

Per Maycol Andriani, centrocampista (ma anche difensore per necessità) del Castellana, c’è tanto però da prendere da questa gara: un primo tempo giocato davvero bene dove i nerazzurri toscani hanno dovuto soffrire e non poco. Il gol di Partic che sblocca il risultato, la rete del 2-2 di Pedrocca dopo la doppietta nerazzurra di Carparelli. Poi il Pisa prende il sopravvento e i tre punti se ne vanno: “C’è grosso rammarico. Era una trasferta difficile e lo sapevamo. Però quando siamo andati in vantaggio ci abbiamo sperato almeno in un punto. Abbiamo pareggiato nel secondo tempo dopo 15-20 minuti di vero e proprio black out, poi sono arrivati i due rigori che ci hanno tagliato le gambe. Comunque nella seconda parte di gara non eravamo stati brillanti come nella prima, dovevamo tenere di più dal punto di vista mentale ma quel nostro pessimo inizio di secondo tempo ci ha messo la partita tutta in salita. E poi davanti avevamo una squadra fortissima, non a caso è l’attuale capolista.

Nonostante i quattro gol presi si intuisce dalle parole del giocatore del Castellana Calcio che ci saranno tante soddisfazioni in questa stagione. “Sono fiducioso, questa è una buona squadra, giovane sicuramente ma con alcuni giocatori esperti al punto giusto. Quando ti scontri con delle realtà come quella del Pisa però, la differenza d’esperienza si sente eccome.” Per Andriani comunque l’obiettivo rimane quello fissato dalla società ad inizio stagione: “Il nostro obiettivo finale è quello della salvezza, dobbiamo rimanere con i piedi per terra anche dopo prestazioni buone come quelle del primo tempo di Pisa.” Una stagione particolare quella del giocatore della squadra lombarda, una preparazione fatta altrove, un contatto e il passaggio a metà settembre al Castellana, ora la posizione in campo che cambia molte volte: “Sì adesso sto giocando da difensore centrale ma il mio ruolo è quello di centrocampista che giostra davanti alla difesa, quello che cerca di fare filtro. Il mister però lo sa che se vuole posso giocare anche da attaccante. L’importante è che la maglia vada dall’uno all’undici.”

Una stagione partita da poco con la squadra lombarda: “Ho fatto la preparazione con la San Bonifacese, sono arrivato all’ultimo, conoscevo già qualcuno qua e poi quando ho incontrato Petresini non ci ho pensato due volte a venire al Castellana Calcio. Ho esordito alla quarta di campionato.” Dopo due anni in Seconda Divisione, Andriani ha deciso quindi di riniziare dalla Serie D: “Questa è un’esperienza in una squadra giovane dove sono sicuro riusciremo a fare grandi cose. Dopo i miei 2 anni in Serie C2, il mio potrebbe sembrare un passo indietro ma io lo valuto come una stagione per potersi rilanciare e tornare nel mondo dei professionisti. Qua si può fare bene, ho capito quali sono gli obiettivi e se li raggiungeremo vorrà dire che anch’io avrò fatto bene.” Ovviamente il sogno di tutti i giocatori è quello di arrivare più in alto possibile ma per chi c’è già stato l’obiettivo è senz’altro ben visibile: “Mi sento all’altezza dei professionisti. Ho fatto due anni nella vecchia Serie C2 e senza presunzione ho visto che ci posso stare in quella categoria. L’unico viatico però per tornare a livello personale su quello standard sarà quello di far bene con il Castellana e permettere alla squadra di salvarsi.

Salvezza che dovrà passare necessariamente anche dalle partite in casa dove la tifoseria della squadra lombarda dovrà farsi sentire un po’ di più: “Sicuramente il nostro ambiente non è quello di Pisa in cui abbiamo giocato la scorsa domenica. Però allo stadio i nostri tifosi si fanno sentire il giusto, ti permettono di lavorare con grande tranquillità , senza eccessive preoccupazioni e soprattutto pressioni. Il loro apporto naturalmente andrà di pari passo a quello che riusciremo a fare noi in campo: se venissero buoni risultati, sarebbe quasi scontato ritrovarsi allo stadio con una marea di tifosi. Noi faremo di tutto per non disattendere le nostre aspettative e di conseguenza anche quelle del pubblico del Castellana.

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...