BARBAPRESS/ Lega Pro, mister Esposito: “Al Ravenna, sognare si può”

di Piero Barbaro per “Professione Calcio”

Ravenna – Una squadra che può vantare qualche ambizione arrivata a questo punto della stagione. Questa era e rimane la realtà attuale del Ravenna Calcio, che vola nelle parti alte della classifica del girone B della Prima Divisione, anche dopo la sconfitta esterna contro il Taranto.

In terra pugliese non suona l’inno “Romagna capitale” di Raoul Casadei, né all’entrata delle squadre si ascolta il consueto “Nessun Dorma” e “I will survive” di Gloria Gaynor dopo la segnatura di un gol dei romagnoli. Un gol al 9′ del primo tempo, infatti, su punizione calciata da Bolzan, regala i 3 punti al Taranto. Giallorossi imprecisi sottoporta e incapaci nella ripresa di mettere in difficoltà i rivali, che gestiscono senza difficoltà. Nel primo tempo provano Piovaccari e Gerbino Polo a ribaltare il risultato ma senza soddisfazione. Nella ripresa mister Esposito cala il tridente con l’ingresso di Anzalone ma non c’è niente da fare. Il Ravenna torna da Taranto con zero punti.

Comunque la stagione dei giallorossi di mister Vincenzo Esposito sicuramente va oltre le più rosee aspettative anche a detta dello stesso allenatore: “Siamo un gruppo che nasce con ambizioni intermedie, nel senso che non abbiamo eseguito la politica aggressiva di Pescara, Verona e Taranto. Però siamo una squadra in gamba, composta da ragazzi che hanno valori e a questo punto, perché no, possiamo puntare a raccogliere il massimo. Vediamo, però: è un problema che ci siamo posti poco perché preferiamo lavorare sugli obiettivi vicini.” Il tecnico comunque si gode la classifica: “I punti che abbiamo in classifica sono il frutto di serietà, lavoro e della capacità di soffrire”.

Quanto alla società e ai tifosi il tutto si sta svolgendo con grande serenità e soprattutto, come dice il mister, con grande equilibrio: “Il Ravenna è una squadra equilibrata, che ha valori morali e sa affrontare le difficoltà di un campionato difficile. Questa è senza dubbio una garanzia che ci ha permesso di costruire un ambizioso progetto e di arrivare ad una posizione interessante, che però deve essere un punto di partenza e non di arrivo. Quanto ai tifosi, loro giustamente pretendono sempre il massimo: anche Ravenna i supporter sono esigenti e pensano solo alla vittoria”.

C’è ancora un po’ di tempo per migliorare in corsa la rosa: nel calciomercato invernale sono arrivati Biserni e Serafini. Secondo molti addetti ai lavori al Ravenna mancano ancora un esterno e un attaccante: “In realtà siamo molto contenti dei ragazzi che abbiamo. Il mercato ti porta a delle riflessioni e a cercare di migliorare qualcosa, se c’è la disponibilità da parte della proprietà, facendo sempre i conti con le nostre possibilità. Per adesso ci guardiamo in giro, un po’ come stanno facendo le altre squadre”.

La partita contro il Taranto arrivava dopo un periodo di tanti impegni tutti ravvicinati, mister Esposito ha dovuto far riposare qualcuno: “Il turn over che ho operato ci ha permesso di avere le giuste energie nei momenti giusti delle partite e poi i miei ragazzi hanno dimostrato una volta di più, se mai ce ne fosse stato bisogno, che hanno un grande spirito. Qualche volta abbiamo incontrato difficoltà perché ci manca qualcosa a livello qualitativo e non riusciamo ad avere sempre il controllo della manovra.” In questo periodo mister Esposito non ha potuto sfruttare appieno le qualità di tutti i suoi giocatori, soprattutto la potenza di Piovaccari: “Federico è in un momento in cui non riesce a ripartire e così anche la squadra soffre.

Un’esperienza importante, quella ravennate, per mister Esposito dopo i primi passi alle spalle di Giorgio Veneri come vice sulla panchina del Prato. Dopo un’esperienza fallimentare nell’Albinoleffe, nel 2006 entra nello staff tecnico dell’Inter, con l’incarico di tecnico della Primavera dove a tutt’oggi ha conquistato uno Scudetto Primavera nella stagione 2006-2007 e un Torneo di Viareggio nella stagione 2007-2008. Anche qualche sconfitta dolorosa per mister Esposito con la squadra neroazzurra con le due Supercoppe Primavera perse entrambe contro la Juventus e una finale scudetto in cui ha avuto meglio la Sampdoria. C’è tempo per fare meglio.

1 Commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata

Una risposta a “BARBAPRESS/ Lega Pro, mister Esposito: “Al Ravenna, sognare si può”

  1. Pingback: BARBAPRESS/ Lega Pro, mister Esposito: “Al Ravenna, sognare si può” | notiziedalweb.eu

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...