Archivi categoria: Basket

BARBAPRESS/ Basket Nba. Lebron va agli Heat. Ecco i magnifici 3 di Miami [FOTO PRESENTAZIONE]

Miami, 10 lug. – (Adnkronos) – «Ora capisco di aver preso la decisione giusta». Fuochi d’articifio, musica, luci e proclami. LeBron James sbarca a Miami per cominciare l’avventura con la maglia degli Heat. L’ex idolo di Cleveland, bollato come traditore dai tifosi dei Cavaliers, è stato presentato con Dwyane Wade e Chris Bosh nello show allestito per deliziare i tifosi della AmericanAirlinesArena.

Circa 13.000 spettatori hanno accolto il trio delle meraviglie nella serata di venerdì. Wade, che manterrà il numero 3, ha firmato un nuovo contratto di 6 anni con la “sua” squadra. James e Bosh, pezzi pregiati del mercato dei free agent, sono arrivati in Florida da Cleveland e dai Toronto Raptors. A Miami, indosseranno le casacche numero 6 e numero 1. «Sappiamo cosa vogliono i tifosi», dice James nello show griffato dallo slogan ‘Yes. We. Did’. «Con questa maglia, sento di essere nella posizione giusta. L’organizzazione degli Heat è come una famiglia. E per me la famiglia è tutto», dice.

Sembrano parole indirizzate a Dan Gilbert, proprietario dei Cavaliers che in una lettera aperta ha sparato a zero contro James. Il “prescelto” ha annunciato la decisione di emigrare a Miami giovedì sera, in uno speciale di un’ora trasmesso in diretta dal network Espn. Prima di andare in onda, a quanto pare, non ha fatto nemmeno una telefonata ai suoi ex dirigenti. A Cleveland e dintorni non hanno apprezzato il comportamento del «traditore». «Non devo rispondere a quello che ha detto Dan. Quando le situazioni colpiscono il tifoso, si vede come è fatta veramente una persona. Auguro le migliori fortune all’organizzazione –dice James riferendosi ai Cavs– e ai tifosi perchè li amo. Non importa dove sarò per il resto della mia vita. Alla fine, i commenti di Dan non toglieranno il sonno a me o alla mia famiglia». 

Annunci

1 Commento

Archiviato in Basket

BARBAPRESS/ Basket. Eurolega 2010/2011: ecco il tabellone dopo i sorteggi [GIRONI + PRELIMINARI]

Lascia un commento

Archiviato in Basket

BARBAPRESS/ Basket. Lottomatica Roma, obiettivo evitare Siena e niente di più

Da Roma Piero Barbaro per “Basket Ground” del 9/5/2010

Obiettivo minimo raggiunto. Siena è lontana, almeno per il momento, nel tabellone dei playoff. Nel derby tra le due Virtus, a Roma, vittoria netta dei capitolini contro le V nere di coach Lardo in una gara tra due compagini che fanno a gara su chi non debba capitare prima contro la corazzata senese.

Scena di disperazione surreale nel parterre del Palalottomatica quando Gigli insacca la tripla che gira a favore dei romani la differenza canestri di +20 dell’andata. Tutto si rimette a posto quando Bologna torna a -19 e soprattutto quando il bolognese Sanikidze stoppa (forse qualcuno non aveva spiegato bene la situazione al virtussino) l’esordiente e giovane Marchetti che avrebbe rimandato i colori giallorossi ancora dalla parte della griglia playoff dove c’è anche Siena.

Partita quindi dagli “alti principi di sportività” dove si sono visti le rotazioni corte di coach Lardo che con tante assenze pesanti (Koponen, Moss e Vukcevic per esempio) ha dovuto fare di necessità virtù vedendo in campo sul parquet 4 juniores (3 classe ’91 e uno ’92) ma anche l’esordio di Aaron Jackson.

Sulla sponda virtussina romana invece si sono visti i primi minuti in campo di Darius Washington e un’altra eccellente prova di Giachetti (19 punti) che ormai è sempre più il leader della Lottomatica Roma. Nonostante i proclami di Boniciolli, la squadra romana non potrà andare troppo in là nei playoff a causa dei tanti, troppi e irreparabili problemi strutturali. Nell’ultima giornata, Roma sesta in classifica affronterà una difficile trasferta sul campo di Caserta, mentre Bologna, quinta, ospiterà la Mps.

Per chi non conosceva il gioco “traversone”, il tresette al contrario, probabile una nuova mano da giocare il prossimo fine settimana, nell’ultima giornata di regular season.

Bookmark and Share

1 Commento

Archiviato in Basket

BARBAPRESS/ Nba. Semifinali play off gara 1. Devastanti Magic contro Atlanta Hawks: 114-71 [VIDEO]

Bookmark and Share

Lascia un commento

Archiviato in Basket

BARBAPRESS/ Barnes vs Thabeet: la rissa che la NBA non ha voluto mostrare. Perchè?

Cosa è successo di tanto strano? La Nba non ha fornito ai media del resto del mondo le immagini della “rissa” nella partita tra Orlando Magic e Memphis Grizzlies. Se ne sono viste di peggio nella lega a stelle e strisce…

Lascia un commento

Archiviato in Basket

BARBAPRESS/ Basket. Intensità e contatti: Roma si mette il vestito di Siena per batterla

da Roma, Piero Barbaro per “Basket Ground

Mani addosso uguale pugni al cielo. E’ stata questa la chiave della vittoria della Lottomatica Roma contro Siena costretta a capitolare dopo 41 vittorie consecutive (45 se vogliamo contare anche Supercoppa e Coppa Italia). L’alchimia giusta e’ stata quella pensata, chissà per quanto tempo, da Matteo Boniciolli, il vero personaggio di Roma.

Gigli che marca Sato e Datome che si occupa di Stonerook: scelte evidentemente vincenti insieme alla ricerca di quei “contatti” in difesa che hanno reso Siena la regina incontrastata del campionato da tanto tempo. Oltre a questo, anticipi e cambi di marcatura, sempre nella metà campo difensiva, in aggiunta a quella spudoratezza in attacco che ha pagato oltremodo con i 30 punti nel primo quarto (Datome 4/4 nelle triple).

Tutto secondo regola per coach Pianigiani che se lo aspettava questo approccio forte di Roma ma che non poteva pensare ad un semi tradimento dei suoi con i tanti errori soprattutto nei tiri liberi, quei tiri che forse non avrebbero dato tanta carica ai capitolini nell’arrivare anche sul + 23 (62-39).

Vedendola in ottica positiva, per Siena ora non ci sara’ piu’ quello stress nel cercare di rimanere imbattuti nella regular season e per coach Pianigiani non tutti i mali vengono per nuocere. Sicuramente avrà qualche sicurezza in più nel suo lavoro di coach della Nazionale Italiana: Vitali, Gigli, Giachetti, Datome e i chili di Crosariol hanno giocato un’ottima partita rispettando i singoli compiti che Boniciolli aveva assegnato. Il coach triestino già sapeva tutto.

1 Commento

Archiviato in Basket

BARBAPRESS/ Basket: il nuovo volto della Lottomatica senza Ricky Minard

da Roma, Piero Barbaro per Basket Ground del 15/3/2010

Da giovedì scorso Ricky Minard e’ un giocatore del Khimki Mosca. Per chi si domandasse ancora il perché ci fosse la necessità di perdere l’unico giocatore che aveva dato veri segni di vitalità dopo l’avvento di coach Boniciolli, la risposta e’ facile: era l’unico giocatore della Virtus ad avere mercato (14.5 punti di media nelle vittorie decisive della Lottomatica).

A detta di molti questo e’ stato un passaggio obbligato per riequilibrare il roster dei capitolini. Ma chi riequilibrerà l’animo dei giocatori italiani che si vedranno in competizione nella posizione di play con Bobby Dixon, probabile nuovo arrivo in casa Roma? L’ ex Villeurbanne andrà a completare il settore esterni e potrà giocare sia minuti da playmaker che da guardia pura. Intervistato dalla radio romana Rete Sport, Gianluca Vitali ha fatto capire che l’arrivo di Dixon ha il sapore di una bocciatura sia per lui che per Giachetti.

Intanto, per il play livornese, 12 dei suoi 15 punti totali arrivano nella fase decisiva della partita interna contro Pesaro. E Boniciolli parla della rinuncia a Minard come “la coperta di Linus tolta agli italiani”. La risposta al momento e’ arrivata, a detta del coach triestino: “Giachetti ha praticamente vinto la partita, Crosariol ha dato fisicità, Vitali ha letto bene i ritmi.” Minard ora e’ a Mosca, scelta apprezzabile o solamente coraggiosa?

Lascia un commento

Archiviato in Basket