Archivi categoria: Musica

BARBAPRESS/ Gli unici vincitori italiani in Sudafrica 2010: per Sky Sport, Le Vibrazioni con “Invocazioni al cielo” [VIDEO]

Questo il video dell’ultimo pezzo delle Vibrazioni usato come jingle da Sky Sport per tutta la durata dei Mondiali in Sudafrica.

Niente male!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Musica, Televisione

BARBAPRESS/ RHCP: John Frusciante e’ riuscito dal gruppo

New York (Stati Uniti)  – John Frusciante e’ uscito dal gruppo? Potrebbe tornare d’attualita’ il romanzo del 1994 di Enrico Brizzi: pare che il musicista abbia effettivamente  abbandonato i Red Hot Chili Peppers, come riporta Musicradar.com. La band, che stava iniziando a comporre un nuovo album, per ora non commenta. Voci riferiscono che Frusciante sia stato rimpiazzato da Josh Klinghoffer, un sessionman, in quanto non piu’ interessato a far parte di un grande gruppo.

fonte: Italpress

La fonte, che ha preferito rimanere anonima, ha aggiunto che John con la testa è già fuori dal gruppo da parecchio tempo stanco dalle dinamiche da band planetaria e più interessato a concentrarsi sui suoi dischi solisti. John già il 5 maggio del 1992 lascio’ il gruppo durante un tour in Giappone a causa dei continui litigi con il cantante Anthony Kiedis e venne sostituito da Dave Navarro (ex Jane’s Addiction) per poi ritornare nel 1998 grazie alle insistenze di Flea in tempo per registrare “Californication“.

Lascia un commento

Archiviato in Attualità, Musica

Il Barbapress ricorda Freddie Mercury: 18 anni dopo quel 24 novembre

Avrebbe avuto 64 anni oggi Freddie Mercury, il grande cantante dei Queen spentosi a causa dell’AIDS il 24 novembre del 1991. Era nato a Zanzibar nel 1946, e la sua impronta nel mondo della musica è stata sicuramente determinante. Recentemente tornato agli onori della cronaca a causa del presunto duetto con Michael Jackson, è certo che il suo posto nella storia sia fondamentale.

E proprio oggi Londra gli dedicherà una stella in pieno stile hollywoodiano.

1 Commento

Archiviato in Musica, Spettacolo

BARBAPRESS/ Musica live: Crimen + Shakerobba il 3/10 allo Spartaco (Roma)

Sabato 3 Ottobre, ore 22.30

CSOA Spartaco – Via Selinunte 57 Roma

Ingresso 2 €

LIVE

SHAKEROBBA

(wurstel pop; Bonzo Banana Records)

+

CRIMEN

(post-punk; sperimentale)


SHAKEROBBA

In principio venne il Wurstel. Poi, visto che mancava il sale, aggiunsero il Pop. Shakerobba, ovvero l’eterna promessa. Perché da sempre promettono e mantengono il live più kraut che si possa trovare nei pressi dei Colli Albani.  Da dieci lunghi anni elettronica, elettrotecnica, canzoni filibustiere, tanto cuore e distrazione. Tutti i loro più grandi successi, insieme ad altri grandi successi, suonati col fiatone. Perché se il Paese è reale, gli Shakerobba sono animale.

CRIMEN

I Crimen nascono a loro insaputa nella primavera del 2007 in circostanze poco note. Quello che segue è un periodo di sperimentazioni selvagge e divagazioni soniche alla ricerca, perlopiù vana, di un suono in cui le inclinazioni dei tre fanno a pugni prima di arrendersi sotto il peso di generosi strati di feedback e ritmiche depravate. Nel luglio del 2009 il Visconte Cobram (chitarra/voce/riabilitazioni), l’Abominevole Uomo delle Nevi (batteria/sudore/urla laceranti) e il Cristo Fluorescente (voce sguaiata/basso/decadenze) incidono il demo d’esordio che fotografa i primi due anni di attività della band, coi santini di Fugazi, Mogwai e Sonic Youth nel portafoglio.

Lascia un commento

Archiviato in Musica, Spettacolo

BARBAPRESS/ Beatles: 40 anni dopo tutti ad Abbey Road!

Centinaia di fan dei Beatles, provenienti da ogni luogo, sono arrivati ieri davanti gli studi musicali di Abbey Road a Londra per il 40 anniversario di una delle più famose fotografie della storia della musica: quella dei ‘Fab Four’ che attraversano la via su un passaggio pedonale. Nel quartiere borghese di St John’s Wood, a nord est della capitale inglese, i nostalgici del gruppo si sono riuniti alle 11.15 precise per commemorare la seduta di foto che si concluse con lo scatto riprodotto sulla copertina dell’ultimo album dei Beatles, ‘Abbey Road’.

Il 6 agosto del 1969, John Lennon, Ringo Starr, Paul McCartney e George Harrison improvvisarono una scena singolare, entrata nell’immaginario collettivo grazie alla foto dello scozzese Iain McMillan. In fila indiana, attraversarono le strisce pedonali, lo sguardo in alto, le gambe divaricate. Per primo Lennon, tutto vestito di bianco. Subito dopo Ringo Starr in abiti normali. Leggermente distanziato, McCartney a piedi nudi, con una sigaretta nella mano destra. Harrison, in camicia e pantaloni jeans, chiuse la processione. I fan presenti sul luogo hanno intonato in omaggio al gruppo qualcuno dei migliori hit del gruppo.

Tony Bramwell, ex manager dei quattro di Liverpool, era presente come 40 anni fà. «Oltre Paul e Ringo – ha detto – sono la sola persona in vita presente oggi qui. È fantastico vedere che tutto ciò continua. Malgrado le rivoluzioni musicali di questi ultimi 40 anni e i nuovi generi, i Beatles sono sempre i numeri uno». Secondo Bramwell, McCartney e Starr oggi erano incollati davanti la tv per vedere l’avvenimento. «Non si sono certo stancati a rivangare i ricordi. D’altronde – ha spiegato – chi potrebbe averne abbastanza di essere un Beatles?».

Uno degli organizzatori della cerimonia, Richard Porter, proprietario di un caffè vicino dedicato proprio ai Beatles, si è detto «sbalordito» dal numero degli ammiratori. «La foto – ha detto – è così facile a copiarsi e normalmente lo è. È semplice ed è come un luogo di pellegrinaggio in memoria dei Beatles». Il gruppo registrò quasi tutte le sue canzoni negli studi musicali di Abbey Road.

1 Commento

Archiviato in Musica, Storia

Il Barbapress sostiene i Mogwai (Auditorium 18/07/09)

L’opening del concerto dei Mogwai:

“I’m Jim Morrison, I’m dead”

Lascia un commento

Archiviato in Musica, Spettacolo

Il Barbapress sostiene Ligabue e la sua “Piccola stella senza cielo”

Il grande Luciano Ligabue ha riservato una sorpresa nel suo “Giro d’Italia” all’interno di “Piccola stella senza cielo“: sulla parte opposta del palco, è comparsa una ragazza che esegue delle coreografie coi nastri, proprio a simboleggiare la piccola stella senza cielo “perchè ti tiene su soltanto un filo“… A quota 26 metri infatti c’è Elena Burani, l’acrobata che danza nell’aria con movenze aggraziate, emozionanti e suggestive.

1 Commento

Archiviato in Musica, Spettacolo