Archivi tag: Consumi

BARBAPRESS/ Uno Mattina, Consumi. “Le eredita’ contese”

Meglio di un serial televisivo americano. Gelosie, litigi, spaccature, drammi, intrecci amorosi… familiari e non.

Ce n’e’ per tutti nell’intricata vicenda dell’eredità di Carlo Caracciolo, co-fondatore, azionista e ex presidente del settimanale l’Espresso e del quotidiano “La Repubblica”.

Caracciolo aveva lasciato l’intera eredità alla figlia adottiva Jacaranda Falk, ma poi sono comparsi altri 2 attori a complicare la scena: Carlo Edoardo e Margherita Revelli, che a colpi di test del DNA reclamano il riconoscimento di paternità postuma e la conseguente fetta di eredità. E’ bastato questo per aprire l’ennesima faida.

Nuova puntata anche per la saga sull’eredita’ degli Agnelli. L’ ha raccontata il Wall Street Journal: alla figlia Margherita sarebbe stato tenuto nascosto un patrimonio “in denaro e in beni per più di un miliardo di euro” tra conti bancari e compagnie di investimento fuori dall’Italia. Per la puntata finale bisognerà aspettare la primavera.

E se neanche un testamento con i fiocchi andasse bene? E’ quello che ha affermato il padre di Michael Jackson. La firma “nero su bianco” non sarebbe quella della famosa popstar. Così, mentre ancora si cerca un colpevole per la morte del cantante, la sua famiglia si divide un’altra volta per motivi economici.

E meno male che non ci sono solo i soldi nella vita!

di Piero Barbaro per Uno Mattina del 2/12/2009

Lascia un commento

Archiviato in Consumi, Televisione

BARBAPRESS/ Uno Mattina, Consumi. “Treni: novità in partenza”

Ultima fermata per il vecchio biglietto del treno.
Si riparte il 13 dicembre con 3 nuove opzioni: base, flessibile e promo.

Per i più previdenti, quelli che sanno sempre in anticipo dove andranno e quando, ecco “promo”: sconti del 15% per chi prenota una settimana prima della partenza, del 30% se i giorni diventano 15.

E gli eterni indecisi? Niente paura, per loro arriva il biglietto “flessibile”: cambi di prenotazione illimitati e gratuiti fino all’orario di partenza e… perfino dopo, entro le 24 ore. Certo la “flessibilità” si paga: una maggiorazione del 25% rispetto al biglietto “base” che rimane più o meno invariato.

Più o meno…, perché in realtà qualcosa cambia anche per il biglietto base: dal 13 dicembre sarà possibile cambiare il biglietto di partenza una sola volta, non tre come ora, dal giorno dell’acquisto fino a un’ora successiva alla partenza.

di Piero Barbaro per Uno Mattina del 30/11/2009

Lascia un commento

Archiviato in Consumi, Televisione