Archivi tag: intervista

BARBAPRESS/ Lega Pro, mister Rodolfi: “Con il Rodengo Saiano un’occasione irrinunciabile. Per vincere bastano giovani di qualità!”

di Piero Barbaro per “Professione Calcio” dell’ 15/7/2010
p.barbaro@professionecalcio.net

Bookmark and Share

Roma – Continuare a tenere il Rodengo Saiano nelle parti alte della classifica e confermarsi come squadra ambita e blasonata. E’ questo l’obiettivo di Paolo Rodolfi, neo tecnico della squadra bresciana, che ha battuto a fine giugno la concorrenza di Crotti e Piovani dopo l’ultima annata passata a Melfi. L’ex tecnico anche di Valenzana, Nuorese e Sanremese, viene dopo la coppia Trainini-Bertoni che era subentrata a Braghini, esonerato dal Rodengo Saiano a campionato iniziato.

Un’ultima annata che comunque non rovina la reputazione della squadra lombarda anche agli occhi di chi è arrivato da poco: “Negli ultimi tre anni solo la scorsa stagione non sono stati raggiunti gli obiettivi prefissati. I precedenti anni si era arrivati…

LEGGI IL RESTO DELL’ARTICOLO [SCARICA PDF FREE]

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata

BARBAPRESS/Il sogno del Tuttocuoio calcio prosegue in Serie D. Il neo presidente Dolfi: “Cercheremo di stupire anche il prossimo anno!”

di Piero Barbaro per “Professione Calcio” dell’ 8/7/2010
p.barbaro@professionecalcio.net

Bookmark and Share

Roma – Se sei uno dei centri italiani più importanti per la produzione del cuoio e la lavorazione della pelle, la tua squadra di calcio non può che chiamarsi “Tuttocuoio”. Se poi ci metti che nella scorsa stagione, la squadra del tuo centro abitato di circa diecimila abitanti vince tutto, allora vuol dire che si fa sul serio.

E’ quello che è successo lo scorso anno al club toscano di Ponte a Egola, piccola frazione di San Miniato, provincia di Pisa, che ha conquistato la promozione in Serie D, vincendo il suo girone di Eccellenza, la Coppa di Toscana e ha alzato al cielo anche la Coppa Italia Dilettanti. Un vero e proprio grande slam ispirato…

LEGGI IL RESTO DELL’ARTICOLO [SCARICA PDF FREE]

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata

BARBAPRESS/ Serie D. La prima volta storica dello Zagarolo. Mister Scarfini: “Finalmente il mio traguardo”

di Piero Barbaro per “Professione Calcio” dell’ 8/7/2010
p.barbaro@professionecalcio.net

Bookmark and Share

Roma – Una matricola che farà sul serio perché è la categoria stessa a richiedere umiltà e tanto lavoro. Lo Zagarolo di mister Daniele Scarfini sarà una matricola che darà battaglia a tutti con il dovuto rispetto di chi arriva per la prima volta a giocare ad alti livelli.

L’allenatore, che ha giocato per dodici anni in questa categoria, sa perfettamente quali saranno le difficoltà che si troverà davanti: “Sappiano benissimo cosa comporta un cambio di categoria a questi livelli. Ci troveremo davanti i migliori giovani della Serie D con a fianco giocatori di grande esperienza che in passato hanno militato in grandi squadre. Noi cercheremo di…

LEGGI IL RESTO DELL’ARTICOLO [SCARICA PDF FREE]

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata

BARBAPRESS/ Esclusiva Goal.com – Tutto sul calciomercato di Inter, Milan, Juventus e Roma: parla Salvatore Bagni, consulente doc…

di Piero Barbaro per Goal.com Italia del 8/6/2010

Bookmark and Share

Salvatore Bagni, ex calciatore di Napoli e Inter, tra qualche giorno volerà in Sudafrica per raccontare come voce tecnica della Rai le partite dell’Italia al Mondiale. Prima di partire però, in esclusiva a Goal.com Italia, si traveste da consulente di mercato e dà qualche suggerimento alle squadre di club italiane, prendendo spunto proprio dalla massima competizione del mondo.

Bagni, quali saranno i talenti di cui andremo matti a fine Sudafrica 2010?Non mi conviene dirlo adesso (ride, ndr). Di talenti ce ne sono molti al Mondiale. A pochi giorni dall’inizio della manifestazione, uno che mi auguro che faccia bella figura è Xherdan Shaqiri, classe ’91, del Basilea, kosovaro ma naturalizzato svizzero. Sono sicuro che farà benissimo”.

Un’ala che può giocare anche in posizione più arretrata, sembra questo il ruolo più ricercato anche nel campionato italiano. Come potrebbe, per esempio, essere sostituito un Maicon nell’Inter? “Un giocatore come Maicon non si sostituisce. E anche se non dovesse partire sarà dura rinforzare la squadra campione d’Italia e d’Europa. Comunque penso che la soluzione in casa Inter si chiami Davide Santon”.

Ci si può puntare a tutti gli effetti sul giovane terzino classe ‘91? Penso proprio di sì, dopo il campionato straordinario di due anni fa, forse si è un po’ perso, ma sicuramente sarà in grado di risalire e guadagnarsi la fiducia del nuovo allenatore”.

A proposito di nuovo allenatore, il presidente Moratti non farà nessun regalo a Rafa Benitez e di conseguenza anche ai tifosi?Penso che qualcosa farà sicuramente. Come dicevo prima, non sarà facile migliorare una squadra così ben assortita come l’Inter di quest’anno: carattere, fisicità, esperienza. L’obiettivo adesso è quello del campionato del mondo per club. Penso che uno tra Gerrard e Mascherano arriverà”.

Sull’altra sponda di Milano, non sembrano chiari ancora gli obiettivi di mercato. Anche per Allegri si fa la conta degli esterni, soprattutto quelli difensivi. Si parla di Van der Wiel dell’Ajax, lo vedremo nell’Olanda…E’ sicuramente un gran giocatore questo. Ha già fisico, corsa, qualità oltre ad essere comunque un giovane di grandi prospettive. Forse non ha un piede straordinario però si propone di continuo e potrà sicuramente migliorare nel campionato italiano”.

E’ già pronto per il nostro campionato?Adesso non lo so dire. Vedremo quando arriverà.

Capitolo Juventus. Delneri ha già avuto il suo primo rinforzo, sempre nella parte esterna del campo, l’ex Udinese Pepe. Nella Serbia al Mondiale vedremo all’opera Krasic già visto contro l’Inter in Champions. Che sia vicinissimo alla Juve non è più un segreto, che giocatore è il serbo?Anche se è un nome che è uscito solo adesso, io Krasic lo consigliavo caldamente quando giocava nelle nazionali giovanili insieme a Vidic del Manchester United. Al tempo erano sconosciuti ai più. Krasic è un giocatore pronto, tanta qualità partendo dall’esterno. Con la tecnica che si porta dietro, assist e gol sono assicurati per qualsiasi squadra dovesse riuscire a prenderlo”.

Uno che di qualità ne ha sicuramente tanta è anche Adriano, assente al Mondiale ma appena sbarcato a Roma. Come giudica questa operazione di mercato della società giallorossa?E’ una scommessa, come dicono tutti. Lui è un classe ’82, ha tempo per riprendersi ma quella del recupero a mio giudizio non sarà una strada facile. Per quanto riguarda la Roma, pensavo fosse Toni il centravanti giusto, ma alla lunga ha pagato i sei mesi di inattività al Bayern e forse non ha più convinto la dirigenza giallorossa. E poi Adriano è tutt’altra punta a livello tattico. Difficilmente prenderà il pallone con le spalle alla porta”.

Sempre in casa giallorossa si parla anche del cileno Isla, lui sì che giocherà al Mondiale. C’è qualcosa di vero secondo lei?Se ne parla, ne parla il procuratore, penso ci sono e seguiranno ulteriori contatti, difficile che succeda qualcosa ormai prima che inizi il torneo. Come giocatore Isla può tornare molto utile a qualsiasi allenatore, può giocare a centrocampo in posizione centrale o più decentrato, può anche arretrare nella posizione di terzino. Un ottimo jolly con tanta qualità e quantità”.

Prima di salutarci, Bagni, uno sguardo agli altri campionati europei. In Spagna, il Barcellona ha già preso David Villa. Come si dovrà muovere il Real di Mourinho?A Madrid quest’anno sarà solo questione di scelta. La scelta sarà tra diversi giocatori di ottima qualità: fare mercato al Real Madrid è molto più facile. Mourinho sarà soddisfatto in ogni sua richiesta”.

E in Inghilterra, come potrà risollevarsi il Manchester dopo aver perso il campionato di pochissimo?Non penso si debba risollevare. Ha perso il campionato per un solo punto e riuscirà anche il prossimo anno a dar battaglia al Chelsea di Ancelotti. Dobbiamo sempre pensare che un Cristiano Ronaldo non lo si regala così facilmente, all’inizio senza il portoghese la squadra di Ferguson avrà senza dubbio pagato qualcosa”.

Lascia un commento

Archiviato in Calcio

BARBAPRESS/ Lega Pro. Michael Bacher (FC Südtirol): “Per i play-off, noi ci siamo!”

di Piero Barbaro per Professione Calcio dell’ 8/4/2010
p.barbaro@professionecalcio.net

Rodengo-Saiano (BS) – Non sarà certo una sconfitta, seppur pesante, a mandare all’aria i sogni del FC Südtirol che vola nel girone A della Seconda Divisione di Lega Pro. Nello scontro di alta classifica in terra bresciana contro il Rodengo Saiano arriva una sconfitta per 4-0 che interrompe così la striscia positiva di tre vittorie consecutive per i ragazzi di mister Sebastiani.

Ma il Rodengo Saiano era e rimane una diretta concorrente per la zona play off: gli altoatesini sono messi al tappeto da una doppietta dell’ex Christian Araboni nella prima frazione e rimangono così fermi al quarto posto a quota 50 punti in classifica, mentre i lombardi sono ad una posizione di distanza, quinti con 47 punti. Michael Bacher, centrocampista classe ’88, è ancora un po’ incredulo a quello che è successo nella gara: “Abbiamo cominciato bene, potevamo fare gol noi nei primi quindici-venti minuti ma poi abbiamo subito questo uno-due (dell’ex Araboni, ndr) che ci ha sorpreso e non poco. Dopo tutto non eravamo messi male in campo ma a loro è riuscito tutto. Mi sento anche di dire che siamo andati meglio noi nel primo tempo ma poi a fine gara risulta che loro con cinque occasioni hanno realizzato quattro gol e noi nessuno.

Una sconfitta che, come detto, non manda all’aria le aspirazioni dei giocatori altoatesini: “A Rodengo si può anche perdere, volevamo sicuramente uscire almeno con un punto da questo campo. Loro sono bravi ed hanno una bella squadra con un bel mix di esperienza e forza fisica. Per quanto ci riguarda se riusciremo a vincere la prossima in casa non sarà cambiato un granché quindi andiamo avanti fiduciosi.” Una stagione positiva anche a livello personale per il ventiduenne di Bressanone…

LEGGI IL RESTO DELL’ARTICOLO [SCARICA PDF GRATIS]

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata

BARBAPRESS/ Lega Pro. Poggibonsi-Colligiana: al “Lotti” ci si gioca la salvezza

di Piero Barbaro per “Professione Calcio
p.barbaro@professionecalcio.net

Poggibonsi (SI) – “Un derby che in 25 anni non è mai stato così, di bassa classifica.” Dopo l’ultima sosta di campionato prevista dal calendario, secondo le parole del vicepresidente della Colligiana, Renzo Menichetti, è più di un derby la partita che si giocherà allo “Stefano Lotti” tra le due squadre valdesane, Poggibonsi e Colligiana, impegnate nei bassi fondi nel girone B del campionato di Seconda Divisione.

I giallorossi del Poggibonsi sono terzultimi in classifica con 26 punti; ultimi, invece, i biancorossi della Colligiana con due lunghezze in meno, mentre la salvezza diretta è al momento a quota 29.

Tanta voglia di rivalsa, soprattutto per i padroni di casa del Poggibonsi, dopo la gara d’andata quando al “Manni” di Colle Val d’Elsa la squadra giallorossa era in vantaggio di due gol salvo ritrovarsi a metà ripresa sotto di due gol dopo le quattro reti della Colligiana. Tanto è cambiato in casa della squadra di Colle Val d’Elsa…

LEGGI IL RESTO DELL’ARTICOLO [SCARICA PDF]

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata

BARBAPRESS/ Serie D. Neapolis Mugnano e Casertana: dallo 0-0 allo scontro al vertice

di Piero Barbaro per “Professione Calcio

Roma – Un big match dopo l’altro e nel girone H della Serie D dove si susseguono emozioni e cambi di squadre in testa alla classifica. Tante le protagoniste tra cui la capolista Pianura e il Virtus Casarano ma soprattutto il Neapolis Mugnano e la Casertana che si affrontano nella ventottesima giornata di campionato.

Prima della Casertana, un vero e proprio tour de force per il Neapolis che ha affrontato la scorsa settimana in casa la Virtus Casarano nell’incontro più interessante della giornata. Partita in salita per la squadra del presidente Bouchè che al 33′ è rimasta in 10 in seguito all’espulsione ai danni di Bianchi; e si salva al 95’ quando la Virtus Casarano con Contino, dopo aver dribblato il portiere, si tiene in piedi nonostante il contatto con l’estremo difensore, e andando al tiro coglie il terzo palo di giornata per gli ospiti.

Finisce, dunque, zero a zero allo stadio Vallefuoco di Mugnano facendo perdere la testa della classifica al Neapolis di patron Bouchè che accetta onestamente il responso del campo: “La Virtus Casarano è stata la migliore compagine giunta qui da noi a giocarsi la partita faccia a faccia. Noi siamo stati più efficienti dal punto di vista della manovra e del gioco, loro hanno cercato di pungere in velocità. E’ comunque un risultato giusto anche alla luce dell’ espulsione quasi all’inizio della gara che ci ha penalizzato parecchio. E’ stata una bella partita, anche dal punto di vista del ritmo, che però ci è costata la vetta della classifica (il Pianura ha vinto 2-1 in casa contro il Francavilla, ndr).” Il presidente della squadra di Mugnano mantiene calma e tranquillità forte ancora della partita in più da disputare rispetto alle altre squadre che dovranno forzatamente riposare in una delle prossime giornate: “Abbiamo ancora una partita in meno da giocare rispetto agli altri, cercheremo di sfruttarla nel migliore dei modi.

Di altra natura lo zero a zero dei falchetti della Casertana allenata da mister Feola. Il pareggio esterno in Puglia contro il Grottaglie ha portato un solo punto in classifica ma anche molta energia positiva vista la prova convincente da parte di tutta la squadra che “ai punti” avrebbe meritato di portare a casa l’intera posta in palio. Un pareggio che non arrivava da quindici turni per la Casertana che aveva inanellato ultimamente otto vittorie e sette sconfitte. Un punto in più in classifica che mantiene la squadra di mister Feola al quinto posto della classifica insieme alla Forza e Coraggio, anch’essa fermata sul pareggio esterno dalla Sibilla Bacoli.

Una settimana intera per preparare la gara contro il Neapolis Mugnano che deve fare a meno di due difensori nella stessa partita: Bianchi, come detto, espulso nel corso della prima frazione di gioco contro la compagine salentina a seguito di una azione fallosa ai danni dell’attaccante rossazzurro Genchi, e anche dell’esterno destro D’Ascia (1991, settore giovanile del Napoli) che contro la Virtus Casarano ha collezionato la sua quarta ammonizione stagionale ed è stato quindi appiedato dal Giudice Sportivo. Queste due assenze però non spaventano patron Bouchè per la gara della sua Neapolis Mugnano: “Sappiamo quali siano le caratteristiche della Casertana che soprattutto quando gioca in casa lascia veramente poco agli avversari. E’ una delle migliori difese del campionato e noi per riprenderci il primo posto saremo condannati a giocare per i tre punti. Non c’è altra strada.” Nella sfida del “Comunale” di viale Medaglie d’Oro della Casertana si preannuncia quindi grande battaglia e una gara giocata a viso aperto da entrambe le squadre.

La squadra di Mugnano però vola sulle ali di una stagione altamente soddisfacente che sta portando addirittura alla lotta per il primo posto. Lo stesso Bouchè stentava a crederlo all’inizio della stagione: “Una posizione in classifica molto positiva. Se me l’avessero detto che agli inizi di marzo eravamo secondi in classifica, e potenzialmente anche primi vista la partita in più da giocare, non ci avrei mai creduto. Abbiamo praticamente rifondato la squadra quest’anno cambiando dieci undicesimi, c’è quindi moltissima soddisfazione per il lavoro svolto e la stagione deve ancora finire.” Si riparte da Casertana e Neapolis, a voi ragazzi.

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata