Archivi tag: mostre

BARBAPRESS/ Cultura, mostre: “Astrazioni contemporanee” allo Studio d’Arte Massi

Roma – Proprio sotto Natale tornano ad accendersi nuovamente le luci dell’arte nello Studio d’Arte Massi nel quartiere Nomentano della Capitale. Da oggi infatti, per tutto il periodo delle festività natalizie, Alessandro Massi propone una nuova mostra collettiva con trenta opere di artisti che rappresentano l’arte aniconica in Italia.

“É stato un lavoro non facile quello di selezionare il meglio per questa manifestazione, troverete lavori su tela, carta e sculture che rappresentano nel miglior modo l’iconografia di ogni artista.” Una collettiva dove lo stesso Alessandro Massi precisa di non voler sottolineare un nome piuttosto che un altro: maestri storici vicini ad artisti più giovani, ma tutti con una formazione artistica considerevole.

Apertura della mostra sarò questo pomeriggio alle ore 17.30 dove oltre al Direttore dello Studio, Alessandro Massi, si ritroveranno anche numerosi artisti pronti ad accogliere personalmente il pubblico presente al vernissage.

Astrazioni Contemporanee
Dal 17 dicembre al 10 gennaio
Massi Studio d’Arte
Via Val d’Ossola 34, Roma
Ingresso gratuito
Orari: dal lunedì al sabato, dalle 10.00 alle 13.00 e
dalle 16.30 alle 19,30
Info: tel. 338 3450 698
info@massiarte.com
www.massiarte.com

Piero Barbaro
piero.barbaro@voceditalia.it

Lascia un commento

Archiviato in Cultura

BARBAPRESS/ Arte: torna Sirello allo Studio d’Arte Massi

Una nuova esposizione nel quartiere Nomentano fino al 20 giugno

Roma – Torna da oggi con la vernice alle 18.00 il grande appuntamento con lo Studio d’Arte Massi e la mostra personale del Maestro Enrico Sirello. Nato a Livorno nel 1930, il Maestro offre un’ottima opportunità per coloro che vorranno approfittare e valutare l’acquisto di una piccola o grande opera di un’artista, esponente di spicco delle avanguardie livornesi degli anni ‘60.

Le opere esposte sono tutte inedite e fanno parte del lavoro degli ultimi due anni. Dipinti a tempera, intonaci a pomice di Lipari e sculture, sintetizzano il percorso artistico del Maestro, mostrando la maturità e la padronanza nella gestione dei colori e delle forme, che solo con decenni di coerenza lavorativa si possono ottenere.

Allo Studio d’Arte Massi quindi un grande artista che ha iniziato a disegnare nelle strade, nelle piazze e nelle chiese usando la sua punta di matita rendendo protagonisti vecchietti, passanti, bambini ecc. Nel 1951 alla mostra giovanile d’arte figurativa a Firenze vince il 1° premio per il disegno. Nel 1953 riceve l’incarico per l’insegnamento del disegno a Livorno. Nel 1953 partecipa alla 2° Mostra Nazionale d’arte Orvieto dove vince il 2° premio ex-aequo, mentre nel 1954 allestisce la sua prima personale all’ente del turismo di S. Vincenzo Livorno. E vince il 1° premio ex-eaquo al Premio Tirrenia Pisa.

Dal 2004 collabora con lo Studio d’Arte Massi di Roma, dove partecipa a numerose manifestazioni con i massimi esponenti dell’astrattismo Italiano. Nel maggio 2008 su invito dell’A. R. G. A. M. nell’ambito della manifestazione “Il Salone di Maggio”, partecipa alla mostra “Prendere Posizione”, Museo Venanzo Crocetti Roma. Fino ad oggi con l’inaugurazione della sua personale “L’arte di comporre” allo Studio d’Arte Massi con la Primaverile dell’A. R. G. A. M. (Associazione Gallerie Arte Moderna Roma).

L’arte di comporre
Dal 20 maggio al 20 giugno
Studio d’Arte Massi
Via Val D’Ossola 34, Roma
Orari: dal lunedì al sabato, dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 19.30
Ingresso libero
Info: tel. 3383450698
www.massiarte.com
info@massiarte.com

Piero Barbaro per “La Voce d’Italia” del 19/05/09
piero.barbaro@voceditalia.it

Lascia un commento

Archiviato in Cultura

BARBAPRESS/ Mostre: La carriera artistica di Roman Polanski in 120 foto

Fino al 28 giugno 2009 la città di Roma rende omaggio al grande Roman Polanski, attore e regista che con le sue opere ha dato voce alla pluralità di esperiene derivate dalle proprie origini miste (padre polacco di discendenza ebraica e madre cattolica di origini russe) esprimendo al meglio, da cittadino apolide, la sua arte multiforme e ricca di contaminazioni . 
Cinecittàdue Arte Contemporanea ha l’onore di ospitare “Intrigo Internazionale. Il Cinema Di Roman Polanski”, una mostra fotografica che, attraverso 120 scatti in bianco e nero o in lievi tonalità pastello realizzati dai più famosi fotografi, ripercorre la carriera artistica di un grande regista visionario: da Per Favore, Non Mordermi Sul Collo, Rosemary’s baby, passando per La Nona Porta con Johnny Depp e Frantic girato con la moglie Emanelle Seigner, fino ad arrivare alla consacrazione con il premio Oscar nel 2002 per la direzione dello splendido film Il Pianista. 
Inaugurata lo scorso anno al Museo Nazionale del Cinema di Torino nella suggestiva cornice della Mole Antonelliana, la mostra è uno degli eventi collaterali della seconda edizione di “Roma. The Road to Contemporay Art”, la fiera internazionale d’arte contemporanea che si è svolta ad aprile nella capitale. 
Le immagini in mostra, che provengono per la maggior parte dalla collezione privata di Roman Polanski, dalla Cinémathèque Française e dagli archivi del Museo del Cinema, riescono a raccontare il carattere passionale, energico e partecipativo di un regista che è passato attraverso tutti i generi cinematografici del suo tempo, superandoli e creando uno stile personale non incamerabile. Oltre agli scatti di scena e sul set, fanno parte dell’esposizione anche locandine originali e uno schermo al plasma che proietta per i visitatori frammenti di film diretti da Polanski. 
Intrigo Internazionale. Il cinema di Roman Polanski 
Fino al 28 giugno 
Cinecittàdue Arte Contemporanea
Viale Palmiro Togliatti 2, Roma 
Orari: dal lunedì alla domenica, dalle 11.00 alle 19.30 
Ingresso libero 
Info: tel. 06 7220910 
direzione@cinecittadue.com  
Letizia Rosati

Fino al 28 giugno 2009 la città di Roma rende omaggio al grande Roman Polanski, attore e regista che con le sue opere ha dato voce alla pluralità di esperiene derivate dalle proprie origini miste (padre polacco di discendenza ebraica e madre cattolica di origini russe) esprimendo al meglio, da cittadino apolide, la sua arte multiforme e ricca di contaminazioni

Cinecittàdue Arte Contemporanea ha l’onore di ospitare “Intrigo Internazionale. Il Cinema Di Roman Polanski”, una mostra fotografica che, attraverso 120 scatti in bianco e nero o in lievi tonalità pastello realizzati dai più famosi fotografi, ripercorre la carriera artistica di un grande regista visionario: da Per Favore, Non Mordermi Sul Collo, Rosemary’s baby, passando per La Nona Porta con Johnny Depp e Frantic girato con la moglie Emanelle Seigner, fino ad arrivare alla consacrazione con il premio Oscar nel 2002 per la direzione dello splendido film Il Pianista. 

Inaugurata lo scorso anno al Museo Nazionale del Cinema di Torino nella suggestiva cornice della Mole Antonelliana, la mostra è uno degli eventi collaterali della seconda edizione di “Roma. The Road to Contemporay Art”, la fiera internazionale d’arte contemporanea che si è svolta ad aprile nella capitale. Le immagini in mostra, che provengono per la maggior parte dalla collezione privata di Roman Polanski, dalla Cinémathèque Française e dagli archivi del Museo del Cinema, riescono a raccontare il carattere passionale, energico e partecipativo di un regista che è passato attraverso tutti i generi cinematografici del suo tempo, superandoli e creando uno stile personale non incamerabile. Oltre agli scatti di scena e sul set, fanno parte dell’esposizione anche locandine originali e uno schermo al plasma che proietta per i visitatori frammenti di film diretti da Polanski. 

Intrigo Internazionale. Il cinema di Roman Polanski; Fino al 28 giugno; Cinecittàdue Arte Contemporanea; Viale Palmiro Togliatti 2, Roma; Orari: dal lunedì alla domenica, dalle 11.00 alle 19.30; Ingresso libero; Info: tel. 06 7220910; direzione@cinecittadue.com  

di Letizia Rosati per la “Voce d’Italia” del 3/5/2009

logovocesito

Lascia un commento

Archiviato in Cinema, Cultura