Archivi tag: Serie D

BARBAPRESS/Il sogno del Tuttocuoio calcio prosegue in Serie D. Il neo presidente Dolfi: “Cercheremo di stupire anche il prossimo anno!”

di Piero Barbaro per “Professione Calcio” dell’ 8/7/2010
p.barbaro@professionecalcio.net

Bookmark and Share

Roma – Se sei uno dei centri italiani più importanti per la produzione del cuoio e la lavorazione della pelle, la tua squadra di calcio non può che chiamarsi “Tuttocuoio”. Se poi ci metti che nella scorsa stagione, la squadra del tuo centro abitato di circa diecimila abitanti vince tutto, allora vuol dire che si fa sul serio.

E’ quello che è successo lo scorso anno al club toscano di Ponte a Egola, piccola frazione di San Miniato, provincia di Pisa, che ha conquistato la promozione in Serie D, vincendo il suo girone di Eccellenza, la Coppa di Toscana e ha alzato al cielo anche la Coppa Italia Dilettanti. Un vero e proprio grande slam ispirato…

LEGGI IL RESTO DELL’ARTICOLO [SCARICA PDF FREE]

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata

BARBAPRESS/ Serie D. La prima volta storica dello Zagarolo. Mister Scarfini: “Finalmente il mio traguardo”

di Piero Barbaro per “Professione Calcio” dell’ 8/7/2010
p.barbaro@professionecalcio.net

Bookmark and Share

Roma – Una matricola che farà sul serio perché è la categoria stessa a richiedere umiltà e tanto lavoro. Lo Zagarolo di mister Daniele Scarfini sarà una matricola che darà battaglia a tutti con il dovuto rispetto di chi arriva per la prima volta a giocare ad alti livelli.

L’allenatore, che ha giocato per dodici anni in questa categoria, sa perfettamente quali saranno le difficoltà che si troverà davanti: “Sappiano benissimo cosa comporta un cambio di categoria a questi livelli. Ci troveremo davanti i migliori giovani della Serie D con a fianco giocatori di grande esperienza che in passato hanno militato in grandi squadre. Noi cercheremo di…

LEGGI IL RESTO DELL’ARTICOLO [SCARICA PDF FREE]

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata

BARBAPRESS/ Serie D. La nuova stagione dell’U.S. Latina è già partita. Il Presidente Condò: “Sanderra sarà il nuovo mister!”

di Piero Barbaro per “Professione Calcio” dell’ 1/7/2010
p.barbaro@professionecalcio.net

Bookmark and Share

Roma – Per l’ufficialità probabilmente bisognerà aspettare il primo luglio ma il nuovo progetto del Latina del presidente Michele Condò è già partito da un pezzo.

Nel primo giorno del nuovo mese intanto sarà ufficializzata la nuova guida tecnica della squadra pontina: nessuna sorpresa perché sarà mister Stefano Sanderra a guidare il Latina il prossimo anno. La scelta del mister romano è spiegata dal Presidente stesso: “Già l’altro anno volevamo avvalerci del lavoro del mister ma per alcune ragioni pregresse, sia dell’allenatore con la sua ex squadra…

LEGGI IL RESTO DELL’ARTICOLO [SCARICA PDF GRATIS]

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata

BARBAPRESS/ Poule Scudetto Serie D. Il Savona ne fa 4, il Pisa si gode il pareggio altrui, il Neapolis se la giocherà a Fondi

di Piero Barbaro per “Professione Calcio” dell’ 11/06/2010
p.barbaro@professionecalcio.net

Bookmark and Share

Roma – Chi per mettere la ciliegina sulla torta, chi per onorare un’ultimissima parte della stagione che ha portato via tante energie emotive in cambio della primozione in Seconda Divisione. Ma a perdere non ci sta nessuno. Questo lo spirito della Poule Scudetto della Serie D, le squadre più forti del campionato che si scontrano l’una contro l’altra divise in tre gironi.

Nella seconda giornata è del Savona la vittoria più larga: nel primo triangolare, con il Montichiari che riposava dopo lo 0-0 contro il Tritium, 4-1 alla squadra milanese di mister Vecchi. Al Bacigalupo, nonostante il gran caldo, il Savona passeggia per il suo esordio nella Poule scudetto. Le 2 reti di Marrazzo, quella di Zirilli, e un autogol permettono ora ai liguri di giocarsi nella prossima giornata gli accessi alle semifinali in casa del Montichiari. Va in vacanza invece il Tritium che rompe le righe dopo una stagione sempre sotto pressione con la possibilità di potersi già concentrare per la nuova stagione. Le considerazioni di fine stagione del direttore sportivo Pepe Fiorino: “Il mister ha cambiato un po’ le carte in tavola per questo finale di stagione. Abbiamo schierato anche un ragazzo del ’92, abbiamo onorato…”

LEGGI IL RESTO DELL’ARTICOLO [SCARICA PDF FREE]

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata

BARBAPRESS/ Serie D. Il Fondi manca il primo match point: 2-0 per il Budoni

Bookmark and Share

di Piero Barbaro per “Professione Calcio” del 6/5/2010

Fondi (Latina) – Perso il primo match point per il Fondi che domenica scorsa non è riuscita a chiudere il campionato con quindici giorni di anticipo nel girone H di Serie D. La sconfitta esterna contro il Budoni per 2-0 mantiene ancora in vita le dirette inseguitrici della squadra in provincia di Latina, con il Pomezia staccato di cinque punti e il Sanluri lontano sei lunghezze.

E’ quasi sfinito a fine partita l’allenatore del Fondi, Stefano Liquidato (nella foto), che puntava nel mettere fine alle sue ansie e preoccupazioni proprio nella gara esterna contro il Budoni: “Il risultato della gara non rispecchia affatto l’andamento della partita che abbiamo condotto…”

LEGGI IL RESTO DELL’ARTICOLO [SCARICA PDF FREE]

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata

BARBAPRESS/ Serie D. Neapolis Mugnano e Casertana: dallo 0-0 allo scontro al vertice

di Piero Barbaro per “Professione Calcio

Roma – Un big match dopo l’altro e nel girone H della Serie D dove si susseguono emozioni e cambi di squadre in testa alla classifica. Tante le protagoniste tra cui la capolista Pianura e il Virtus Casarano ma soprattutto il Neapolis Mugnano e la Casertana che si affrontano nella ventottesima giornata di campionato.

Prima della Casertana, un vero e proprio tour de force per il Neapolis che ha affrontato la scorsa settimana in casa la Virtus Casarano nell’incontro più interessante della giornata. Partita in salita per la squadra del presidente Bouchè che al 33′ è rimasta in 10 in seguito all’espulsione ai danni di Bianchi; e si salva al 95’ quando la Virtus Casarano con Contino, dopo aver dribblato il portiere, si tiene in piedi nonostante il contatto con l’estremo difensore, e andando al tiro coglie il terzo palo di giornata per gli ospiti.

Finisce, dunque, zero a zero allo stadio Vallefuoco di Mugnano facendo perdere la testa della classifica al Neapolis di patron Bouchè che accetta onestamente il responso del campo: “La Virtus Casarano è stata la migliore compagine giunta qui da noi a giocarsi la partita faccia a faccia. Noi siamo stati più efficienti dal punto di vista della manovra e del gioco, loro hanno cercato di pungere in velocità. E’ comunque un risultato giusto anche alla luce dell’ espulsione quasi all’inizio della gara che ci ha penalizzato parecchio. E’ stata una bella partita, anche dal punto di vista del ritmo, che però ci è costata la vetta della classifica (il Pianura ha vinto 2-1 in casa contro il Francavilla, ndr).” Il presidente della squadra di Mugnano mantiene calma e tranquillità forte ancora della partita in più da disputare rispetto alle altre squadre che dovranno forzatamente riposare in una delle prossime giornate: “Abbiamo ancora una partita in meno da giocare rispetto agli altri, cercheremo di sfruttarla nel migliore dei modi.

Di altra natura lo zero a zero dei falchetti della Casertana allenata da mister Feola. Il pareggio esterno in Puglia contro il Grottaglie ha portato un solo punto in classifica ma anche molta energia positiva vista la prova convincente da parte di tutta la squadra che “ai punti” avrebbe meritato di portare a casa l’intera posta in palio. Un pareggio che non arrivava da quindici turni per la Casertana che aveva inanellato ultimamente otto vittorie e sette sconfitte. Un punto in più in classifica che mantiene la squadra di mister Feola al quinto posto della classifica insieme alla Forza e Coraggio, anch’essa fermata sul pareggio esterno dalla Sibilla Bacoli.

Una settimana intera per preparare la gara contro il Neapolis Mugnano che deve fare a meno di due difensori nella stessa partita: Bianchi, come detto, espulso nel corso della prima frazione di gioco contro la compagine salentina a seguito di una azione fallosa ai danni dell’attaccante rossazzurro Genchi, e anche dell’esterno destro D’Ascia (1991, settore giovanile del Napoli) che contro la Virtus Casarano ha collezionato la sua quarta ammonizione stagionale ed è stato quindi appiedato dal Giudice Sportivo. Queste due assenze però non spaventano patron Bouchè per la gara della sua Neapolis Mugnano: “Sappiamo quali siano le caratteristiche della Casertana che soprattutto quando gioca in casa lascia veramente poco agli avversari. E’ una delle migliori difese del campionato e noi per riprenderci il primo posto saremo condannati a giocare per i tre punti. Non c’è altra strada.” Nella sfida del “Comunale” di viale Medaglie d’Oro della Casertana si preannuncia quindi grande battaglia e una gara giocata a viso aperto da entrambe le squadre.

La squadra di Mugnano però vola sulle ali di una stagione altamente soddisfacente che sta portando addirittura alla lotta per il primo posto. Lo stesso Bouchè stentava a crederlo all’inizio della stagione: “Una posizione in classifica molto positiva. Se me l’avessero detto che agli inizi di marzo eravamo secondi in classifica, e potenzialmente anche primi vista la partita in più da giocare, non ci avrei mai creduto. Abbiamo praticamente rifondato la squadra quest’anno cambiando dieci undicesimi, c’è quindi moltissima soddisfazione per il lavoro svolto e la stagione deve ancora finire.” Si riparte da Casertana e Neapolis, a voi ragazzi.

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata

BARBAPRESS/ Serie D, Gavorrano calcio: ecco Iacona, mister 200 gol

di Piero Barbaro per “Professione Calcio

Gavorrano (GR) – Qual è il tuo gol più bello? Il prossimo. Non è una risposta che darebbe chiunque figuriamoci se di gol alle spalle ce ne sono già più di 200. E’ la storia di Ivan Iacona, classe 1976, punta del Gavoranno calcio che viaggia nelle parti alte del girone E della Serie D.

Nell’ultima domenica, vittoria in trasferta contro il Monteriggioni per 3-1 e certamente Iacona non poteva mancare al suo appuntamento con il gol. Partita che si mette subito in discesa per la squadra grossetana quando, dopo pochi minuti, lo stesso Iacona con un cross velenoso per Manzo provoca l’autorete che porta in vantaggio il Gavorrano. La ripresa finisce sull’1-1 dopo “il gol della domenica” (definito dallo stesso Iacona, ndr) da parte del Monteriggioni; la squadra senese però deve capitolare nel secondo tempo quando Iacona approfitta di un contrasto su una palla alta tra portiere avversario ed un suo compagno e lui è lì libero di toccare in rete con la porta spalancata. Come si dice in questi casi: “un gol di rapina”. Mette il punto esclamativo De Gori che rende ufficiale la vittoria dei grossetani lontano dalle mura amiche.

Per Iacona, come detto, un gol che si aggiunge agli oltre duecento segnati in carriera: un “piccolo” record arrivato nella prima partita del 2010 a Scandicci contro la squadra locale: “Sono contento. Per me è un motivo d’orgoglio. A dire la verità non è che ci ho fatto mai caso ai numeri ma quando sono venuti a dirmi che avevo superato quota 200 non posso negare che l’idea mi abbia fatto piacere.” Iacona si dimostra un giocatore esperto anche nelle dichiarazioni perché sa che raggiunta questa soglia le cose diventeranno ancora più difficili, gli avversari sanno di non trovarsi davanti ad un giovane di 20 anni con poca esperienza: “Sono tanti anni che gioco in questa categoria, gli avversari ormai mi conoscono e lo sanno come gioco. Quest’anno la categoria si è livellata con l’introduzione della regola dei 5 giovani da far scendere in campo obbligatoriamente.

Nonostante questo, andando verso i 34 anni, Iacona fa valere le sue caratteristiche che sono il frutto di una stazza non certo immensa che gli regala una rapidità che ancora fa la differenza nella categoria: “Ho avuto una carriere fortunata, non ho mai avuto grossi infortuni. Certo, con il passare del tempo i tempi di recupero dopo una partita cambiano ma per fortuna la rapidità che mi contraddistingue ancora non l’ho persa.” Una qualità che permette all’attaccante del Gavoranno di sfruttare al meglio ogni situazione di gioco: “La mia maggiore qualità è il tempismo, vado bene negli spazi e se ho un compagno che capisce subito la giocata da fare allora vado a nozze. Poi è naturale che ognuno ha i propri limiti ed io ho sicuramente i miei.

Alla fatidica domanda della domanda del gol più difficile non ce n’è uno che sia rimasto dentro a Iacona: “Non penso che ci sia un gol più facile o difficile perché li reputo tutti difficili a seconda della situazione. E questo è quello che penso dopo aver appena sbagliato magari un gol sulla linea di porta, quelli che ormai già pensi di aver segnato e che sbagli per una carenza di concentrazione.” Per quello più significativo, invece, Iacona non risponde con precisione ma almeno restringe il campo: “Beh sicuramente tra i miei gol più significativi ci metto tutti quelli che mi hanno portato a vincere i 6 campionati che mi sono aggiudicato. Quello più bello? Sicuramente sarà il prossimo!

In ultimo, ma non meno importante, la situazione a livello personale del bomber del Gavorrano: “Qui, in questa squadra, mi trovo molto bene soprattutto perché sono vicino a casa. Io sono uno di quelli che pensa che la qualità della vita non la si compra con i soldi. Quindi essere vicino alla mia famiglia mi fa stare ottimamente. Poi in società mi trattano bene perché sembra di essere in un grande famiglia. Una società che mi cercava già da due anni, un allenatore e un direttore sportivo che conosco da 10 anni, che ho invitato anche al mio matrimonio. E’ un motivo d’orgoglio avere questi ottimi rapporti anche con il mio presidente che si è dimostrato preciso in tutti gli accordi che abbiamo preso. Poi è naturale che tutte le società abbiano qualche difettino. Qui in compenso si sta veramente bene.

Lascia un commento

Archiviato in Calcio, Carta Stampata