Archivi tag: Skype

BARBAPRESS/ Fusoradio: il podcast dell’ultima puntata di “Irriverente Wj”

Nella sezione podcast del sito di Fusoradio, cercando tra i vari web jockey “Pete”, è disponibile il file audio dell’ultima puntata stagionale di “Irriverente Wj” di lunedì 22 giugno.

La trasmissione condotta da Pete wj è anche ascoltabile sul blog di Fusoradio unitamente agli argomenti trattati dall’Irriverente wj e la playlist mandata in onda. L’appuntamento adesso è per la prossima stagione dove l’Irriverente Wj continuerà le sue “inchieste” sempre e solo su Fusoradio.

Fusoradio logo

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Musica, Spettacolo

BARBAPRESS/ Gli studi dell’Irriverente Wj: il segreto del sonno perfetto? Meglio se sposati

Questa volta uno studio vero:

Uno studio americano analizza il riposo e spiega che la vita di coppia gioca un ruolo chiave. Le donne che vivono un matrimonio solido dormono meglio di tutte le altre.

Otto ore filate, ristoratrici, senza brutti pensieri o interruzioni. Un contatto prolungato e fruttuoso con cuscino e lenzuola, da cui svegliarsi riposati e di buon umore. Il segreto del sonno perfetto, forse, è più semplice di quanto non si creda. Basta essere sposati. O meglio, sposate o in una relazione stabile. Almeno in base a quanto sostiene una nuova ricerca, tutta al femminile, presentata negli Stati Uniti a Sleep 2009, il convegno annuale della Associated professional Sleep Societies.

Perché le signore che vivono un matrimonio solido godono di un sonno di qualità più alta rispetto alle altre che ancora sono in cerca di una relazione stabile, al netto di altri fattori di rischio per potenziali disturbi del riposo, come etnicità, età, status socioeconomico o sintomi depressivi. Parola della dottoressa Wendy Troxel, professore associato della University of Pittsburgh School of Medicine. Risultati simili, a livello soggettivo, sono stati trovati nelle donne che durante gli otto anni coperti dallo studio hanno trovato un compagno, anche se la qualità del loro sonno era leggermente diversa dalle donne sposate: un po’ più inquieta. Qualcosa che i ricercatori attribuiscono a un effetto da “neo-spose” o forse, più semplicemente, al fatto che le signore potrebbero essere meno abituate a dormire con il compagno, rispetto alle donne sposate, che hanno trovato un equilibrio più rodato.

Lo studio negli Stati Uniti ha analizzato 360 donne, età media 51 anni, afroamericane, cinesi, caucasiche. Lo stato del loro matrimonio – felice o accidentato – veniva valutato durante ogni visita annuale, e messo in relazione a come dormivano, studiando il loro sonno per tre giorni successivi alla settimana, nelle loro case, oltre a controllare, lungo l’arco di un mese, la loro attività comportamentale in relazione ai cicli sonno-veglia. I dati sono stati messi successivamente in relazione alla storia delle singole donne: stabilmente sposate, nubili, all’inizio o alla fine di una relazione. E il responso è parso chiaro: c’entreranno anche bioritmi, stress o disturbi di vario tipo ma “la stabilità di una relazione, e la sua qualità, possono essere fattori importanti a protezione del sonno delle donne“, conclude la dottoressa Troxel.

fonte: Repubblica.it

Questo argomento sarà trattato nella puntata del lunedì di “Irriverente Wj”, in onda su Fusoradio.net, ogni lunedì dalle 12.00 alle 13.00. Per interventi in diretta con Skype basta aggiungere nella propria lista amici il contatto “irriverentewj”

IRRIVERENTE WJ

2 commenti

Archiviato in Attualità, Studi e Sondaggi

BARBAPRESS/ Fusoradio: il podcast della 15^ puntata di “Irriverente Wj”

Nella sezione podcast del sito di Fusoradio, cercando tra i vari web jockey “Pete”, è disponibile il file audio della 15^ puntata di “Irriverente Wj” di lunedì 15 giugno.

La trasmissione condotta da Pete wj è anche ascoltabile sul blog di Fusoradio unitamente agli argomenti trattati dall’Irriverente wj e la playlist mandata in onda. L’appuntamento rimane comunque per lunedì prossimo sempre alle 12.00 su Fusoradio.

Fusoradio logo

Lascia un commento

Archiviato in Attualità, Musica

BARBAPRESS/ Gli assurdi studi dell’ “Irriverente Wj”: il chewing gum che aiuta a perdere peso

In barba al galateo e alle buone maniere, un chewing gum in bocca puo’ trasformarsi in un alleato prezioso nella lotta ai chili di troppo. Per lei e per lui, senza alcuna distinzione di sesso. A promuovere le gomme da masticare ‘sugar free’ come alleate della dieta e’ uno studio statunitense del Louisiana State University, presentato a New Orleans in occasione del meeting della biologia sperimentale.

Con un chewing gum tra i denti, stando almeno alla ricerca made in Usa, l’appetito scende, cala il desiderio di cose dolci e aumenta l’energia a dispetto della sonnolenza. ‘Cali di forze’ apripista, spesso, di una capatina al frigo di casa o alla pizzeria dietro l’angolo. I partecipanti che hanno preso parte allo studio hanno mangiato per pranzo un sandwich, con un contenuto calorico di gran lunga inferiore a quello raccomandato dagli esperti. Subito dopo hanno masticato una gomma americana per 15 minuti ogni ora. Stesso pranzo, ma senza alcun chewing gum, nella seduta successiva.

Ebbene, grazie a un questionario compilato tre ore dopo le due sedute, i ricercatori guidati da Paula Geiselman hanno potuto osservare che le persone che avevano masticato gomme sentivano meno appetito, non erano particolarmente attratte da snack dolci e non lamentavano cali di energia o sonnolenza durante il pomeriggio, a differenza di quando, invece, non avevano chewing gum in bocca. Masticare una gomma, dunque, secondo lo studio farebbe risparmiare 40 calorie al giorno spazzando via la voglia di snack, e anche di 60 calorie se solitamente si prediligono spuntini dolci.

fonte: Adnkronos

Questo argomento sarà trattato nella puntata del lunedì di “Irriverente Wj”, in onda su Fusoradio.net, ogni lunedì dalle 12.00 alle 13.00.

Irriverente Wj locandina elettronica

1 Commento

Archiviato in Studi e Sondaggi

BARBAPRESS/ Fusoradio: il podcast della 14^ puntata di “Irriverente Wj”

Nella sezione podcast del sito di Fusoradio, cercando “Pete” tra i vari wj, è disponibile il file audio della 14^ puntata di “Irriverente Wj” di lunedì 27 aprile. La trasmissione condotta da Pete wj è anche ascoltabile sul blog di Fusoradio unitamente agli argomenti trattati dall’Irriverente wj e la playlist mandata in onda. L’appuntamento rimane comunque per lunedì prossimo sempre alle 12.00 su Fusoradio.

Fusoradio logo

Lascia un commento

Archiviato in Attualità, Musica

BARBAPRESS/ Gli assurdi studi dell’ “Irriverente Wj”: si diventa ricchi con l’anulare più lungo

 

Prima di proseguire nella lettura di questo articolo, guardatevi il dito anulare della mano: se è più lungo dell’ indice, potrebbe garantirvi un futuro come broker in Borsa e un sacco di soldi. Non è la previsione di una cartomante, bensì il risultato di uno studio condotto dalla Cambridge University, che analizzando la lunghezza delle dita delle mani degli operatori di borsa di una grande banca d’ investimenti londinese ha fatto una strabiliante scoperta: più è lungo l’ anulare rispetto all’ indice della mano destra, più successo e denaro raccolgono gli uomini della City.

L’ affermazione ha una base scientifica: ricerche precedenti hanno dimostrato che l’ esposizione al testosterone e ad altri ormoni maschili, durante il periodo pre-natale, conduce a un basso rapporto “2d: 4d”, ossia a una mano destra in cui il dito numero 2 è più corto o molto più corto del dito numero 4. Tale proporzione è stata usata in passato per predire le prestazioni negli sport competitivi: chi aveva l’ anulare più lungo dell’ indice, in sostanza, aveva maggiori probabilità di diventare un campione; quindi, a livello giovanile, poteva convenire investire su questi atleti piuttosto che su altri.

Ma adesso tre docenti della Business School di Cambridge, la prestigiosa università inglese, hanno verificato che la «prova dell’ anulare» funziona anche come indicatore delle prestazioni nella cittadella della finanza. «Siamo rimasti sorpresi nell’ apprendere che l’ esposizione del nascituro agli ormoni maschili ha una così forte influenza sui suoi risultati in Borsa», osserva il professor John Coates, autore dello studio insieme all’ italiano Aldo Rustichini e a un altro collega, pubblicato sulla rivista dell’ Accademia delle Scienze e riportato ieri in prima pagina dal Financial Times. La disparità di prestazioni, in effetti, è impressionante: i broker con l’ anulare più lungo guadagnano una media di 680 mila sterline (circa 730 mila euro) l’ anno, undici volte di più dei broker con l’ anulare più corto. Quarantanove operatori di Borsa hanno partecipato volontariamente all’ esperimento, che è il seguito di un altro, condotto alla fine dello scorso anno, in cui i ricercatori di Cambridge dimostrarono che i broker con il più alto livello di testosterone in corpo al mattino erano quelli che realizzavano i maggiori profitti nel corso della giornata.

Questo significa che d’ ora in poi le banche, prima di fare un’ assunzione, misureranno le dita dei candidati per verificare chi ha l’ anulare più lungo? «Sarebbe sconsigliabile», obietta il professor Coates, per almeno due motivi. Uno è che l’ alto livello di testosterone aumenta la fiducia, la propensione al rischio, la reattività: dunque è un vantaggio per broker che in pochi secondi devono investire e spostare miliardi di sterline, come i quarantanove dell’ esperimento, ma potrebbe diventare uno svantaggio per chi amministra investimenti a lungo termine, per i quali sono meglio predisposti gli uomini con un rapporto “2d: 4d” «più femminile», ossia con l’ anulare più corto dell’ indice. E il secondo fattore è che la lunghezza delle dita è solo uno degli elementi che possono contribuire al successo, precisa il professore, «come l’ altezza nel tennis»: che favorisce nel servizio e a rete, ma se un allenatore selezionasse solo giocatori alti rinuncerebbe a un McEnroe.

di Enrico Franceschini de La Repubblica.it

 

Questo argomento sarà trattato nella puntata del lunedì di “Irriverente Wj”, in onda su Fusoradio.net, ogni lunedì dalle 12.00 alle 13.00.

IRRIVERENTE WJ

Lascia un commento

Archiviato in Attualità

BARBAPRESS/ Fusoradio: disponibile il podcast della 13^ puntata di “Irriverente Wj”

Nella sezione podcast del sito di Fusoradio (cercando nelle trasmissioni di Pete wj) è disponibile il file audio della 13^ puntata di “Irriverente Wj” di lunedì 20 aprile. La trasmissione condotta da Pete wj è anche ascoltabile sul blog di Fusoradio unitamente agli argomenti trattati dall’Irriverente wj e la playlist mandata in onda. L’appuntamento a questo punto è per lunedì prossimo, sempre alle 12.00 su Fusoradio.

Fusoradio logo

Lascia un commento

Archiviato in Attualità, Musica